Realizzate da Enrico Rimoldi. Da questa settimana Enrico Rimoldi, artista rivolese della scultura, sta dando una nuova identità  ai ceppi dei cedri in Piazza della Chiesa.

Sui grandi alberi che fino a due mesi fa ombreggiavano la parrocchia circolano da sempre diverse storie: c’è chi dice che sono stati piantati per una visita di Mussolini, chi che uno di essi risale alla nascita del figlio del Duce.

Certo è che vederli abbattere ha lasciato in molti una sensazione strana, per cui la nuova visuale del lato alto della chiesa non compensava comunque la perdita in maestosità  dei grandi alberi verdi.

Da oggi tuttavia anche i nostalgici hanno di che rallegrarsi: i cedri stanno rinascendo come opere d’arte. Artefice Enrico Rimoldi, artista della scultura che sta realizzando due opere ispirate al Cristo del Sacro Cuore ed alla Madonna di Medjugorje.

Lo scultore, d’esperienza decennale e fra i fondatori dell’associazione rivolese Intaglio&Scultura , sta operando dalla scorsa settimana sulla base del modello ligneo che gli è valso l’incarico dal Comune.

Quando gli si chiede la data d’inaugurazione delle due sculture, risponde vago: “Spero di concluderle entro giugno, ben prima della scadenza concordata col Comune, ma sto lavorando all’aperto” Incideranno quindi molto le condizioni atmosferiche.

Risposte analoghe dal comune: “Le due opere ci sono state garantite per settembre“, l’inaugurazione verrà  quindi definita di conseguenza.

Ma non è detto che i caselettesi non potranno ammirarle ben prima.

P.B. Enrico Rimoldi all'opera Il modellino della scultura finale Rimaoldi all'opera sul ceppo