E’ accaduto nella notte del 31 ottobre. Identificati 7 giovani tutti minorenni e residenti ad Avigliana E’ stato un lavoro lungo e meticoloso, ma i carabinieri infine sono riusciti ad individuare i malviventi che con una furia inaudita si sono scatenati a più riprese contro le infrastrutture della stazione ferroviaria. Ad aiutare nelle indagini il comandante della stazione Giuseppe Minutolo e il capitano della compagnia di Rivoli Massimo Pesa, sono state le telecamere installate dall’amministrazione comunale nel sottopasso di accesso alle pensiline, e al collegamento con la statale 25. Grazie alle riprese sono stati identificati prima gli autori dello sfondamento del cristallo dell’ascensore e successivamente il danneggiamento della sala d’aspetto. Sette giovani, quattro maschi e tre femmine tutti minorenni, residenti ad Avigliana e Sant’Ambrogio, con un’età variabile dai 13 ai 17 anni, sono stati denunciati a piede libero per danneggiamento aggravato. Nella notte di Halloween i ragazzi hanno danneggiato l’ascensore, mentre qualche settimana prima avevano preso di mira la sala d’aspetto. Successivamente ai fatti, alcuni residenti della zona hanno fatto due segnalazioni ai carabinieri per schiamazzi notturni. I carabinieri di Avigliana vedendo i filmati sono riusciti ad individuare alcune persone che prima hanno negato ogni addebito, ma poi messi alle strette hanno confessato le malefatte e spiattellato i nominativi dei componenti della banda. Il gruppo, prima di agire avrebbe bevuto abbondantemente, tanto che uno dei presenti si è sentito male. La presa di posizione dei genitori nei confronto dei loro figli è stata per alcuni dura e arrabbiati per il loro comportamento, altri perché si sono fatti beccare, una parte avrebbero sminuito il comportamento, ritenendo che ”erano poi solo ragazzate”. I danni sono ancora in via di accertamento e sarebbero di migliaia di euro. In ogni caso le Ferrovie sono intenzionate a recuperare le spese del danno subito. Stazione avigliana