Sangano: Venerdì 10 settembre la consegna delle chiavi E’ finalmente tutto pronto. Domani, venerdì 10 settembre, alle ore 9.00, a Sangano, sarà  inaugurato il nuovo liceo delle Scienze Umane “Vito Scafidi”, succursale dell’omonimo Istituto Superiore di cui fa parte il liceo scientifico “Darwin” di Rivoli. Smentita la presenza, data per certa fino a poche settimane fa, del ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini, trattenuta a Roma dal varo della riforma che porta il suo nome, la quale, comunque, dovrebbe visitare la nuova struttura (insieme con la nuova sede della scuola primaria giavenese “Anna Frank”) nel prossimo mese di novembre, forse in occasione del secondo anniversario della tragica morte del 17enne studente del “Darwin” Vito Scafidi (colpito dalla caduta di un controsoffitto pericolante nel liceo rivolese che frequentava) cui la succursale sanganese è stata intitolata. Ci saranno però gli amministratori che, in questi ultimi dieci anni, hanno fortemente desiderato la nuova scuola superiore di Sangano.
In primo luogo il vicesindaco (e all’epoca sindaco del paese valsangonese) Agnese Ugues, poi l’attuale assessore all’Istruzione della Provincia di Torino Umberto D’Ottavio e il suo predecessore, nonché ex assessore regionale alla Cultura, Gianni Oliva. Tre persone appartenenti politicamente a due schieramenti opposti, ma le cui differenze di vedute sono state accantonate in favore di uno spirito di collaborazione proficuo che ha portato all’apertura del nuovo liceo, come ha ricordato nei giorni scorsi il vicesindaco Ugues.
Un’avventura, tuttavia, che lungo il cammino, ha incontrato non pochi ostacoli e cambi di programma. Inizialmente prevista come succursale dell’Istituto giavenese “Pascal”, la nuova struttura avrebbe dovuto aprire i battenti lo scorso anno scolastico, tanto che erano già  state raccolte le iscrizioni alle classi prime di qualche decina di allievi, i quali hanno poi dovuto ripiegare su altre scuole del circondario, a causa del blocco dei lavori dovuto alle ben note vicende legate al rispetto del Patto di Stabilità .
L’apertura del liceo “Scafidi” porterà  con sé anche un’altra novità : una nuova dirigente scolastica, che ha già  preso il posto, lo scorso primo settembre, della prof.ssa Maria Torelli, la cui richiesta di trasferimento è stata accettata al termine dello scorso anno scolastico. Si tratta della prof.ssa Maria Luisa Mattiuzzo, al ventiduesimo anno di esperienza quale dirigente, ma alla prima avventura nei panni di preside di un Istituto superiore.
La prof.ssa Mattiuzzo (foto a destra) proviene infatti dall’Istituto Comprensivo “Padre Gemelli” di Torino, dove guidava classi di scuola dell’infanzia, elementari e medie. Laureata in Scienze Politiche all’Università  di Torino, è stata allieva del grande filosofo Norberto Bobbio e del giurista Gustavo Zagrebelsky ed è stata chiamata, negli anni a cavallo fra il 1999 e il 2000, a far parte della Commissione nazionale di “saggi” voluta da Berlinguer e De Mauro per la messa a punto della prima riforma dei cicli scolastici dell’epoca contemporanea.
Maria Luisa Mattiuzzo è inoltre presidente provinciale dell’ANDIS (Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici). Interrogata su quale sia il suo stato d’animo a pochi giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico e a poche ore dall’inizio del suo incarico, la prof.ssa Mattiuzzo ha così risposto: “Sono emozionata, ma anche ottimista. Nonostante la decisione di mettermi a capo dell’I.S. “Scafidi” mi sia stata comunicata soltanto il 7 luglio scorso, ho già  potuto sperimentare un clima di grande collaborazione con i docenti e con il personale amministrativo”.

Alberto Tessa La nuova scuola di Sangano