Domenica 28 dicembre monsignor Vescovo ha inaugurato con il rito liturgico della dedicazione il nuovo edificio di via Montenero restaurato e ampliato BARDONECCHIA- Domenica 28 dicembre la chiesa Maria Ausiliatrice ha riaperto le porte ai suoi fedeli, dopo oltre un anno di chiusura a seguito dei lavori di ampliamento e ristrutturazione programmati da alcuni anni dalla Diocesi, necessari per soddisfare le esigenze dei fedeli che sempre più numerosi partecipavano alle funzioni religiose, sopratutto nei mesi festivi e nei periodi di vacanza. Solenne dedicazione, presieduta dal vescovo di Susa Alfonso Badini Confalonieri, cui hanno partecipato numerosi esponenti del clero dell’alta valle oltre a numerose autorità e amministratori altovalsusini, e militari. Oltre 500 fedeli hanno gremito la nuova chiesa per assistere a questo importante evento religioso e culturale di Bardonecchia. La prima parte della celebrazione, suddivisa in quattro fasi, si è svolta all’esterno della chiesa davanti al nuovo ingresso sul fronte del fiume, in via Papa Giovanni XXIII, (il vecchio ingresso su via Montenero sarà utilizzato dai portatori di handicap). I riti di introduzione hanno visto la consegna delle chiavi della chiesetta al vescovo con la processione all’interno dell’edificio aspergendone le pareti e l’altare. A seguire si sono svolte la liturgia della Parola, la preghiera di dedicazione e le unzioni. Alcune donne in costume durante le litanie dei santi hanno riportato le reliquie, che il vescovo ha posto al centro dell’altare, subito risistemato dai muratori. Il rito molto suggestivo è stato seguito dalle preghiere della dedicazione: il vescovo tolta la casula e indossato un grembiule ha effettuato l’unzione dell’altare con il crisma e, accompagnato da don Franco Tonda, parroco di Bardonecchia, e da don Luciano Vindrola, rettore della chiesetta, ha provveduto all’unzione delle pareti con le 12 croci che rappresentano i 12 apostoli. Acceso un braciere sull’altare con due turiboli si è svolta l’incensazione della chiesa: l’incenso significa la preghiera dei fedeli che si innalzano a Dio. E per ultimo si è svolto il rito del consacrazione con la copertura dell’altare mediante tovaglie e l’illuminazione della chiesa: il vescovo ha consegnato al diacono la fiamma per accendere le candele dell’altare e le 12 candele tenute in mano dai bambini. La celebrazione si è conclusa con la liturgia eucaristica. A seguire si è svolto un piccolo rinfresco nei locali sottostanti la chiesa. Le messe verranno celebrate come in passato, nei giorni prefestivi alle ore 17 e nei festivi alle 9.30 e alle 17. Maria Ausiliatrice Chiesetta Bardonecchia