Mazza: “Dobbiamo favorire gli insediamenti di negozi nelle zone della città  mal servite” Anche Campagnola-Grange Palmero avrà  un centro commerciale? Per l’assessore al Commercio, Renato Mazza, sarà  proprio così. Annunciando il nuovo Piano Commerciale a cui l’amministrazione comunale sta mettendo mano, l’assessore spiega che l’obiettivo è “dare impulso all’economia locale.

Il piano commerciale attuale : aggiunge Mazza – è scaduto da un paio d’anni ed è necessario svilupparne uno nuovo”.

Un’occasione per fare una fotografia delle attività  commerciali presenti sul territorio cercando di armonizzare la distribuzione nelle zone meno servite. In città  ci sono molte aree che non hanno negozi e tra queste via Valdellatorre, nella parte pi๠a nord dove c’è l’area industriale: “In Campagnola vogliamo valorizzare la zona industriale e la costruzione di un supermercato di media grandezza sarebbe fruibile non solo dagli abitanti del quartiere che è mal servito dai mezzi pubblici, ma anche per i comuni confinanti come Valdellatorre, Caselette e Givoletto che notoriamente hanno pochi negozi”.

Una possibilità  in pi๠per quella fetta di popolazione che per trovare un supermercato deve andare al GS o all’Auchan di Rivoli o alla Certosa di Collegno. Il supermercato potrebbe sorgere su un’area ancora libera di 15 mila metri quadri in prossimità  di via Fermi dove ora c’è la nuova circonvallazione.

“La struttura non supererà  comunque i 2500 metri quadrati : assicura Mazza : ed oltre al supermercato sarebbe vantaggioso creare un piccolo centro commerciale con qualche negozio ed un bar”.
Un’idea che ha già  messo in agitazione i commercianti di via Valdellatorre che temono di perdere la clientela: “Voglio tranquillizzare i negozianti della zona : afferma l’assessore gettando acqua sul fuoco : le eventuali attività  che si andranno ad insediare nel nuovo centro commerciale saranno diverse da quelle attualmente presenti e che quindi non devono temere di perdere affari”.

L’iter burocratico è comunque molto lungo: dapprima dovrà  essere redatto il nuovo Piano Commerciale e poi è necessario modificare il Piano Regolatore per cambiare la destinazione d’uso dell’area che attualmente è industriale.
Nel Piano Commerciale le modifiche sostanziali riguarderanno lo sviluppo delle zone commercialmente depresse come il Belvedere e Ferna. Verrà  anche inserito il Movicentro che in base a quando aveva già  concordato l’amministrazione di Giuseppe Accalai con l’ente delle Ferrovie, ci saranno circa 2 mila metri quadri riservati a negozi.

Intanto al Belvedere sta per aprire un piccolo supermercato che in seguito potrebbe ampliarsi appena il nuovo Piano Commerciale trasformerà  l’area in addensamento A4. “Sul Piano Commerciale sono ottimista : sostiene Mazza : e credo che già  per la prossima primavera dovrebbe essere pronto. Tempi pi๠lunghi sono previsti per metter mano al Piano Regolatore ma so che l’assessore Voerzio ci sta lavorando con solerzia”.

Insomma, sì a nuovi insediamenti commerciali – ammesso che ci siano imprenditori pronti a investire : ma quasi certamente non si vedrà  nulla fino alla fine del prossimo anno. L'assessore Renato Mazza