Accusato di abuso in atti d’ufficio, ne è uscito pulito Assoluzione, in quanto il fatto non sussiste. Questo il verdetto che pone letteralmente fine ad un incubo per il Capo dell’Ufficio tecnico di Susa, geometra Valerio Menone, che rispondeva di abuso in atti di ufficio. Si è concluso, infatti, lo scorso lunedì 11 gennaio il procedimento, protrattosi, tra indagini ed udienze varie, per ben quattro anni, che lo vedeva ingiustamente coinvolto per presunte irregolarità  nelle gare di appalto, ed in particolare in quella per il rifacimento del ponte Brianà§on, gravemente lesionato durante l’alluvione del 2000. Indagini che erano partite in seguito ad una denuncia alla Procura della Repubblica da parte di una ditta locale, l’unica impresa presentatasi, entro i termini previsti dalla legge, all’asta pubblica per l’appalto dei lavori al ponte insieme alla ditta Foglia Costruzioni, poi aggiudicatasi l’asta. L’altra ditta riteneva di essere l’unica ad avere presentato domanda in maniera regolare.

Approfondimento a cura di G. Brezzo su La Valsusa n°3 di giovedì 21 gennaio 2010 Valerio Menone