Il progetto preliminare della tratta internazionale della Torino-Lione. Lo sbocco in valle di Susa. Eccola la piana di Susa nel nuovo progetto preliminare della tratta internazionale della Torino-Lione. L’hard disk messo a disposizione da Ltf dedica ovviamente un bel po’ di spazio a ciò che succederà  dallo sbocco del mega tunnel all’ingresso del tunnel dell’Orsiera.Nulla che non sia già  noto. Ma parecchi dettagli in pià¹.
Sbocco del tunnel
Confermata l’uscita del tunnel di base non lontano dalla galleria Mompantero, con la zona tra l’imbocco della galleria naturale e il portale realizzato in galleria. La lunghezza della alleria artificiale su binario pari e quella dispari sono diverse: i due portali, infatti, vengono sfalsati per ridurre l’effetto del cosiddetto “boom sonico” e del ricircolo dell’aria calda tra le due canne.
Stazione Internazionale
Poi c’è la Stazione Internazionale di Susa, che si sviluppa su due livelli e presenta, sulla linea nuova, oltre ai due binari di corsa, due binari di precedenza lunghi 750 metri e due banchine per treni viaggiatori a fianco dei binari di corsa, lunghe 250 metri. Il collegamento tra linea nuova e linea “storica” é pedonale. La Stazione Internazionale è un edificio su pi๠piani: piano terreno, a livello della nuova linea; piano primo a livello della linea storica Torino-Bussoleno; piano secondo, con funzioni di supporto alla rete su gomma, centro informativo, bar ristorante, spazi commerciali.
Il ponte sulla Dora
Superata la Stazione Internazionale, la linea scavalca la Dora Riparia con un ponte che presenta un’altezza di 24 metri e una larghezza di circa 17 alla base e 6 in sommità . A valle del ponte, la nuova linea interseca l’autostrada A32 e, per risolvere l’interferenza, sarà  costruito un sottopasso all’interno del quale passerà  la ferrovia. Per questo l’autostrada dovrà  essre rialzata di circa un metro e mezzo.
L’area tecnica
A valle della Stazione e del ponte, si trova l’area di sicurezza dove sono previsti fabbricati tecnologici a servizio della linea (rimessa carrelli, sottostazione elettrica, posto di movimento, zona di parcheggio e stoccaggio, uffici tecnici, officina, zona di deposito, aree per la sicurezza.
La zona all’aperto della piana termina all’ingresso della linea nel tunnel dell’Orsiera che si snoda per 18,7 km.
Bruno Andolfatto La Stazione Internazionale di Susa in una slide di Ltf La piana di Susa