Problemi per la gestione dello Iat segusino a causa dei costi elevati. La decisione rimarrà  in bilico fino ai primi di marzo: mancano 15.000 euro L’ufficio informazione turistica Iat di Susa, sito in piazza d’ Armi, è a rischio chiusura. L’Atl, che lo gestisce, in un incontro con il sindaco Amprino ed altri rappresentanti dei comuni del circondario, ha richiesto al comune di sostenere il 70% delle spese di gestione, mantenendo a suo carico il rimanente trenta. Tradotto, Susa dovrebbe erogare qualcosa come oltre 40 mila euro all’anno rispetto agli attuali 19 mila. Una cifra impossibile per le casse comunali. Descrizione dell'allegato