Cota e Saitta incontrano i sindaci interessati dalla Torino : Lione. Contrarietà  al Piano strategico da parte dei primi cittadini No Tav. Venerdì 28 maggio a Torino si è tenuto il primo incontro tra i sindaci valsusini e il neo-presidente della Regione Roberto Cota, intervenuto per una ventina di minuti prima di congedarsi per altri impegni,lasciando al suo posto Barbara Bonino, assessore dei trasporti. L’argomento dell’incontro era il piano strategico per il territorio interessato dalla Torino – Lione (Tav o secondo il nuovo glossario NLTN: Nuova Linea Torino Lione). Cota ha ribadito che per questo tema vuole lavorare con il Presidente della Provincia Antonio Saitta, il quale pensa di proporre una legge Regionale Speciale che stabilisca ricadute positive per il territorio che potrebbe essere approvata già  nelle prossime settimane. E per i sindaci ancora contrari alla Torino : Lione? Cota afferma che parlerà  ancora con loro cercando di spiegare che questa nuova linea ferroviaria diventerà  un’occasione di slancio per il territorio. Secondo Nilo Durbiano, sindaco di Venaus, ci sono state molte promesse riguardo a questo progetto, ma solo poche sono state mantenute. C’è anche stata l’esclusione della Comunità  Montana dall’Osservatorio, e all’incontro non hanno partecipato i rappresentanti delle liste civiche No Tav, delegando a Franco Siro assessore della Comunità  Montana la lettura di un documento che esprime contrarietà  al Piano Strategico in quanto per loro un piano di sviluppo deve essere indipendente e non vincolato dalla Tav,come invece succede. Secondo Sandro Plano (presidente della comunità  Valsusa e Valsangone) le posizioni sono ancora molto lontane,e tutto il piano deve essere rivisto anche perché non ci sono garanzie riguardo alle spese finanziarie. Cota Sindaci Tav Susa