Tra il pubblico anche parecchi bambini Ha registrato un autentico tutto esaurito l’incontro con Danilo Mainardi ospitato a Giaveno venerdì scorso per il quarto appuntamento della rassegna “La Scienza Infusa. Conversazioni scientifiche in Biblioteca”.

Un pubblico di tutte le età  e con una certa presenza di bambini – anche una classe di una scuola di Piossasco – ha partecipato alla serata con protagonista l’etologo, l’ecologo e divulgatore scientifico Mainardi, professore emerito di ecologia comportamentale all’Università  Ca’ Foscari di Venezia, Presidente onorario della Lipu, membro di diverse accademie e società  scientifiche e televisivamente noto per le partecipazioni a Superquark, il programma di Piero Angela.

Diversi gli aspetti toccati dall’intervento, dalle sollecitazioni avanzate a partire dal romanzo etologico “Un innocente vampiro”, una storia giallo incentrata su un piccolo pipistrello “il vampiro Desmodus rotundus” e due “etologici detective per caso”, alle considerazioni pi๠ampie riguardo il rilievo della “ricerca pura” diversa dalla “ricerca finalizzata”, al ruolo dei docenti e ricercatori e alla necessità  di praticare la divulgazione, all’intelligenza degli animali e a Konrad Lorenz.

Nell’offerta di questa articolata divagazione Mainardi ha rappresentato come è sua abitudine alcuni animali su dei grandi fogli di carta, esempi per spiegare alcuni comportamenti e l’intelligenza di certi animali, dove per intelligenza si intende quello che è utile per stare al mondo, fra “gli intelligenti” gli stessi pipistrelli e i topolini.

L’occasione ha offerto anche l’anteprima su “Il cane secondo me”, l’ultimo lavoro editoriale di Mainardi che uscirà  fra qualche giorno. L’incontro fa parte di una rassegna promossa dalla Regione Piemonte e dallo Sbam Ovest. Danilo Mainardi durante l'incontro