Città  e pro loco ringraziano i pompieri La città  e la Pro Loco ringraziano l’operato dei Vigili del Fuoco volontari che operano incessantemente per garantire la sicurezza degli abitanti, e non solo, perché gli uomini coordinati dal capo distaccamento Paolo Giordano danno la loro disponibilità  anche per intervenire nelle calamità , negli incidenti stradali e negli incendi.

Lo scorso sabato 8 gennaio, il presidente della Pro Loco Aristide Sada e il sindaco Carla Mattioli si sono recati in caserma per dire il loro grazie a nome della popolazione. Il presidente Sada ha consegnato al capo distaccamento Paolo Giordano un assegno di 2.700 euro, il ricavato della manifestazione di Pompieropoli unito al contributo di numerose aziende e della stessa popolazione, per l’acquisto di una termocamera. Un attrezzo indispensabile durante gli incendi per rilevare la temperatura all’interno delle pareti o delle canne fumarie, in modo da individuare il punto d’innesco e il luogo dove intervenire con priorità . Il costo totale dell’apparecchiatura è di 6mila euro. Al momento, oltre all’assegno della Pro Loco di 2.700 euro, i pompieri hanno avuto un contributo di 1000 euro dal Comune e altrettanti dall’Azimut.

Mancano per coprire l’intero importo 1.300 euro che potrebbero arrivare da altre donazioni. “Dobbiamo dire il nostro grazie : afferma Sada : per l’impegno e la collaborazione che i nostri vigili danno alla cittadina, non solo per gli interventi, ma anche per l’attenzione particolare ai bambini. Di recente, in occasione della festa della Befana, i pompieri si sono impegnati per tutto il pomeriggio a far divertire i ragazzini con il ponte tibetano, la discesa dalla pertica, lo spegnimento dell’incendio di una casetta e delle fiamme provocate dal gas, e il percorso ad ostacoli”.

Il primo cittadino spiega che l’amministrazione ha sempre appoggiato il distaccamento che è un servizio fondamentale per la popolazione: “Avere una caserma sul territorio significa sicurezza, e per questo occorre tener viva l’attenzione per un lavoro difficile e pieno di rischi. A questi volontari dobbiamo dare massimo rispetto e collaborazione”.

Il responsabile del distaccamento Giordano è convinto che occorra coinvolgere i bambini e i loro genitori per far capire l’importanza di questo volontariato: “I contatti devono essere incrementati, e solo con l’uscita sul territorio dei mezzi e del personale si può creare un proficuo rapporto che potrà  portare i suoi frutti. In particolare è anche un modo per aumentare il personale”.

Attualmente il distaccamento è composto da trenta vigili, pi๠cinque in attesa di nomina e uno che sta facendo il corso a Torino. Quest’anno la festa di Santa Barbara non è stata fatta, a causa degli innumerevoli impegni nelle manifestazioni esterne, a Torino e all’Azimut. Anche se non ci sarà  una festa esclusiva per i pompieri, il gruppo si unirà  domenica prossima 16 gennaio agli organizzatori dei festeggiamenti di Sant’Antonio e parteciperà  alla messa delle 11, nella chiesa di Santa Maria.

Gli interventi dei Vigili del Fuoco nel 2010 sono stati 241, diciassette in pi๠dell’anno precedente. Sono quasi raddoppiati gli incidenti stradali, da 11 a 21, di cui due mortali. Con il nuovo anno, si annunciano importanti novità  con l’estensione della rete informatica sul territorio, grazie alla collaborazione del Vigile del Fuoco permanente Antonio Gualtieri.

G.M. Il gruppo dei vigili del fuoco di avigliana