Sorridono le aziende di Chiomonte, Gravere, Giaglione e Meana In Alta Valle di Susa la vendemmia 2009 è ormai terminata da tempo e i risultati possono considerarsi di ottimo livello, forse addirittura migliori di quelli ottenuti nel 2004 e nel 2005. Per avere un quadro il pi๠affidabile possibile inerente questa annata abbiamo tastato il polso delle sei pi๠conosciute aziende agricole che coltivano i vitigni e producono vino in loco. Iniziamo la nostra rassegna da Chiomonte dove “Casa Ronsil”, Clarea e “La Chimera” hanno concluso, con soddisfazione, la raccolta dell’uva.
“Casa Ronsil” di Franck Thollet coltiva 2,5 ettari di vigne e ha prodotto circa novanta quintali di uva che daranno 7 mila litri e 9 mila bottiglie con vini Avanà , Becuét, Neretta cuneese, barbera e dolcetto. Pierino, suocero del titolare e vero factotum della ditta è davvero felice della vendemmia e ci racconta anche che dal 24 al 26 ottobre la sua azienda ha esposto tutti i suoi vini al Salone del Vino (Wine Show) di Torino organizzato dalla Camera di Commercio e dove facevano bella mostra anche i vini del Pinerolese, Canavese, Collina Torinese, Astigiano, Trentino e Toscana.
Apprezzato soprattutto il “Vino del Ghiaccio”, ma gli assaggiatori ufficiali hanno dato a tutta la gamma Ronsil (unico valsusino presente) il massimo punteggio contrassegnando il suo logo, sull’attestato di presenza, con tre cavatappi che rappresentano la pi๠alta votazione (90/100) e l’eccellenza in assoluto.

Servizio a cura di Vittorio Moretti su La Valsusa n°42 di giovedì 5 novembre 2009 bicchiere di mosto