La festa sociale del gruppo donatori “A. Mola” VILLAR DORA – La sezione Fidas “A. Mola” si è riunita sabato 8 ottobre nella nuova sede di piazza S. Rocco per la festa sociale che si svolge ogni anno ai primi di ottobre.

Tanti i donatori e i simpatizzanti presenti alle premiazioni dei donatori benemeriti che con il loro esempio spronano a continuare l’opera preziosa di associazioni come la Fidas.

A ricevere i diplomi e gli attestati per le 6/8 donazioni sono stati Giuliana Canali, Simone Franchino, Maurizio Menegatti, Claudio Rosa, Mauro Mascheroni e Francesco Micò.

Distintivi di bronzo per coloro che hanno effettuato le 13/16 donazioni sono andati invece a Silvia Bosio, Claudio Rucchione e a Bruno Novembre, i distintivi d’argento per le 24 donazioni a Marco Rosso, Fabio Sansone e Paolo Rucchione. La prima medaglia d’oro per aver raggiunto la quota di 50 donazioni è andata a Ubaldo Bruno, Giusto Peirano e a Rapelli Giovanni, mentre Davide Campazzo ha ricevuto la terza medaglia d’oro per aver donato sangue per ben 100 volte.

A consegnare medaglie e attestati è stato Mario Culla, il responsabile della zona 5 che riunisce 19 sezioni Fidas, il sindaco Mauro Carena e naturalmente il presidente della sezione Fidas villardorese Gian Paolo Richetto insieme al direttivo.

Richetto ha ringraziato tutti i donatori della sezione perché quest’anno l’associazione è riuscita a mantenere i risultati dell’anno scorso.

“Sono 184 le donazioni effettuate nel 2011, e in occasione del trentennale del gruppo che cadrà nel 2012 cercheremo allora di aumentare i giorni possibili dedicati alla donazioni per dare a più persone l’occasione di donare”.

I ringraziamenti sono andati anche al gruppo di S. Ambrogio per la disponibilità dei macchinari per la plasmaferesi e al direttivo per l’impegno e il sostegno continuo. “Grazie al rapporto umano e allo spirito di amicizia che ci tiene uniti, un piccolo gruppo di volontari come il nostro riesce a mantenere viva e vitale l’associazione”.

Un gruppo, quello di Villar Dora, che insieme alle altre sezioni valsusine è riuscito a mantenere e in alcuni casi ad aumentare il numero delle donazioni grazie anche alla presenza sempre più capillare in manifestazioni ed eventi vari per far conoscere l’attività dell’associazione.

C.V. Medaglia d'oro per Ubaldo Bruno