Lotto fortunato in alta valle, “gratta e vinci” in bassa valle La dea bendata sceglie per due volte la Valle di Susa. Succede a S.Antonino dove sabato 2 ottobre Roberto Vesco, titolare della tabaccheria di via Moncenisio (sulla Statale) trova nella buca delle lettere “Il diploma della fortuna” che dichiara la super vincita di di cinquecentomila euro. Un ignoto fortunato ha vinto una …”barca di soldi” con un “gratta e vinci” da cinque euro. L’identità  e la provenienza del vincitore è tuttora ignota, lo stesso Vesco non era al corrente del colpo di fortuna avvenuto proprio nel suo negozio finché non ha trovato il diploma della vincita. Il mistero che avvolge la faccenda è probabilmente dovuto al fatto che per le somme superiori ai cinquecento euro non è possibile riscuotere la somma presso l’edicola ma ci si deve recare presso alcuni uffici a Roma o presso una banca Intesa- San Paolo.

L’altro blitz di madama fortuna è avvenuto a Bardonecchia. Qui la famiglia Marino, festeggia l’approssimarsi dei primi 50 anni di gestione del bar buffet della Stazione ferroviaria (nel febbraio 2011), con un sorriso in pià¹. Giovedì 30 settembre, nel suo bar è stato realizzato un terno al Lotto da quasi 100mila euro. Il giocatore fortunato ha incassato 91.650 euro, sulla ruota di Bari.
Sull’identita del vincitore bocche cucite. I titolari della tabaccheria di S.Antonino La famiglia Marino davanti alla ricevitoria bar di Bardonecchia