Mons. Renato Boccardo

Mons. Renato Boccardo

“La nostra gente è psicologicamente consumata. Tutte le chiese di Norcia sono crollate, e la gente rischia di perdere, con esse, anche l’identità, visto che erano state costruite dagli antenati e rappresentavano un legame con questa terra più forte ancora di quello con le proprie case. La terra continua a tremare. In questo momento per noi è importante sentire di non essere soli. La solidarietà e la vicinanza è la prima cosa che conta…”.

Così l’arcivescovo di Norcia, mons. Renato Boccardo intervistato da La Valsusa dopo la nuova, terribile scossa di terremoto che, domenica mattina, ha colpito il Centro Italia.

Le parole di mons. Boccardo, originario di Sant’Ambrogio e amico di tutti noi, ha spinto il settimanale diocesano La Valsusa a lanciare una campagna di raccolta fondi dal titolo “La Valsusa-Aiutiamo Norcia”.

L’iniziativa  è promossa in collaborazione con un noto e meritevole istituto bancario, sempre in prima linea anche quando si tratta di emergenza, l’Unicredit.

I fondi raccolti potrebbero aiutare la creazione di uno spazio per i più piccoli, di cui ha parlato mons. Boccardo con il vescovo di Susa, mons. Alfonso Badini Confalonieri, che ha aperto la sottoscrizione per Norcia offrendo subito 5 mila euro.

Come fare nel concreto

Chi vorrà contribuire, anche soltanto con una piccola offerta, lo potrà fare attraverso bonifico bancario, utilizzando l’ iban: IT 95 J 02008 01107 000103495139 intestato a N.O.I. DI UNICREDIT – NORD OVEST INSIEME ONLUS,  causale “La Valsusa -Aiutiamo Norcia”.
Specifichiamo, che grazie alla disponibilità della banca, la raccolta fondi è gratuita per chi versa anche piccoli importi presso le casse delle agenzie, gratuita per tutti i clienti Unicredit, grazie alla messa a disposizione della onlus dei dipendenti Unicredit.