IX APPUNTAMENTO DEL XVIII CINEMA in VERTICALE

venerdì 11 marzo 2016  ore 21:00  – centro polisportivo “La Sosta – Climb Cafè”, via Sacra di S. Michele 3, CAPRIE (TO) – ingresso gratuito

Lo scorso agosto “Cala” Cimenti ha conquistando la vetta del Communism Peak in Tajikistan diventando il primo italiano ad aggiudicarsi lo “Snow Leopard”, l’onorificenza che viene concessa dalla Federazione Alpinistica Russa a chi sale tutte e 5 le montagne più alte (oltre 7000 metri) delle catene montuose del Pamir e del Tien Shan.

Il nono appuntamento della XVIII edizione di CINEMA in VERTICALE si svolge venerdì 11 marzo al centro polisportivo “La Sosta – Climb Cafè” di CAPRIE (TO) con l’alpinista Carlo Alberto “Cala” Cimenti  che racconta la sua ascesa alla vetta del Communism Peak in Tajikistan avvenuta lo scorso agosto e grazie alla quale è diventando il primo italiano ad aggiudicarsi lo “Snow Leopard”, l’onorificenza che viene concessa dalla Federazione Alpinistica Russa a chi sale tutte e 5 le montagne più alte (oltre 7000 metri) delle catene montuose del Pamir e del Tien Shan e le discende con gli sci. Verrà proiettato un breve documentario che racconterà l’ultimo atto di questa avventura, la scalata del Communism Peak in Tajikistan.

Il forte sci-alpinista di Pragelato aveva già tentato di aggiudicarsi lo Snow Leopard nel 2013 ma riuscì a scalare solo tre vette, la Korzhenevskaya Peak (7.105 m), la Lenin Peak (7.134 m) e la Khan Tengri Peak (7.010 m).

Tornò allora nell’estate del 2014 riuscendo a scalare la quarta vetta, la Pobeda Peak, diventando il  secondo italiano sulla vetta più alta del Kyrgyzstan.

Carlo Alberto è quindi tornato nell’estate del 2015 per scalare il Communism Peak chiamata anche Pik Ismail Somoni. Dopo aver partecipato ad un’operazione di soccorso per portare in salvo un ragazzo russo scomparso da 8 giorni, il 16 agosto è partito dal campo base (4200mt) e in quattro giorni ha raggiunto la vetta diventando quindi il primo Snow Leopard italiano ma anche il primo in assoluto ad aver sciato i pendii si quest’enorme montagna.

Carlo Alberto Cimenti. Ha 39 anni ed uno forte alpinista piemontese nato a Pragelato. Chiamato da tutti “Cala”, è sempre stato uno sportivo e un viaggiatore anche grazie allo spirito avventuriero di suo padre, che lo ha sempre portato con se in giro per il Mondo. E’ proprio grazie a lui che alla giovane età di 12 anni Cala era già in cima al Monte Bianco e pochi anni dopo ha compiuto le sue prime esperienze di alta quota sull’Ojos del Salado, Kilimanjaro e alcune montagne sopra i 6000 mt in Nepal. Dopo un’impegnativa attività di ciclismo su strada fino all’età di 15 anni, è passato alla corsa in montagna, all’arrampicata per impegnarsi poi maggiormente nello sci alpinismo e in faticose prestazioni in alta quota. Per mantenersi in forma, oltre alla corsa in montagna d’estate e all’arrampicata, pratica lo sci alpinismo a livello agonistico con ottimi risultati.

CINEMA in VERTICALE – La XVIII edizione

Iniziata lo scorso 11 febbraio, si svolge sino al 2 aprile la XVIII edizione di “Cinema in Verticale”, rassegna sul cinema e la cultura di montagna che viene organizzata dall’associazione Gruppo 33 di Condove come anteprima del Valsusa Filmfest, festival sul recupero della memoria storica e sulla difesa dell’ambiente la cui XX edizione si svolgerà nel mese di aprile.

La rassegna affronta varie tematiche legate alla montagna come l’alpinismo e altri sport legati alla verticalità, l’esplorazione, la salvaguardia dell’ambiente e delle specie animali, la cultura, la vita e le abitudini di piccole e grandi comunità montane. In ogni appuntamento, oltre alla proiezione di filmati e slideshow, sono presenti ospiti quali autori e protagonisti delle immagini, alpinisti, guide alpine, scrittori ed esperti per dibattere ed attualizzare i temi.

I 15 appuntamenti della XVIII edizione, come sempre ad ingresso gratuito, si svolgono nei Comuni di Caprie, Condove, Gravere, San Giorio di Susa, Salbertrand, Sant’Antonino di Susa e Villar Dora in Valle di Susa e nei Comuni di Giaveno e Orbassano nella limitrofa Val Sangone.

Gli ospiti sono Nico Valsesia, Marzio Nardi, Stefano Cordola, Roberto Mantovani, Linda Cottino, Carlo Alberto “Cala” Cimenti, Stefano Rogliatti, Dante Alpe, Alberto Bolognesi, Il gruppo 71° Parallelo e Luigi Cantore.