Il ministro Alfano in una visita a Chiomonte

Il ministro Alfano in una visita a Chiomonte

“L’attività di vigilanza ai cantieri Tav diretta a prevenire eventuali tentativi di infiltrazione  della criminalità organizzata calabrese opera in maniera complementare rispetto al Piano nazionale anti ’ndrangheta. E le norme antimafia saranno messe in campo nella realizzazione  della Torino-Lione sulle opere in territorio  francese nella parte transfrontaliera”.

Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, durante l’audizione di oggi (mercoledì 24 settembre) in Commissione Affari Costituzionali.

“Anche per la Torino-Lione – ha detto Alfano – si potrebbero mettere in campo, in una fase più avanzata, procedure di verifica antimafia e verifica amministrativa analoghe a quelle sperimentate a Expo 2015 – continua Alfano – per le quali si registrano risultati non trascurabili. Nel contrasto alle mafie tra breve potremo contare su nuove incisive misure sulla lotta dei capitali illeciti con la previsione del reato di autoriciclaggio e il rafforzamento della struttura e della governance dell’agenzia dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata”.