bertone02C’era una volta la Bertone, storica carrozzeria. E c’era anche la Stile Bertone di Caprie, una realtà che era qualcosa di più di una semplice azienda: un luogo dove si esprimeva la creatività e il design italiano. C’era una volta … perché la Stile Bertone ha fatto crac, è fallita, chiusa nel mese di luglio di un anno fa. La Stile Bertone era un piccolo ma importante gioiello dell’industria piemontese e valsusina, basti pensare che tra le pareti di questo stabilimento sono state disegnate auto come la Lancia Stratos (protagonista di indimenticabili rally) e, più di recente, l’Opel Zafira, la Mazda, le Citroen XM, BX e la Berlingo. Qui è stata costruita la “Lancia Pope” donata a Giovanni Paolo II in occasione del Giubileo ed è stata inventata la “moto coperta” C1 della Bmw. Dal genio dei progettisti sono nati alcuni modelli Alfa come la Gt, per non parlare di una lunga serie di “concept car” protagoniste dei Saloni dell’Auto di Ginevra.

La notizia di questi giorni è che anche l’ultimo gioiello rimasto in quel di Caprie sarà messo all’asta dal Tribunale fallimentare di Milano.

bertone01Si tratta di 78 auto, parte della collezione della Bertone. Lussuose fuoriserie, prodotte interamente a mano e poi supercar, prototipi.

Tra le auto all’asta, solo per citarne alcune, l’Alfa Romeo Giulietta Sprint, la Lamborghini Miura, la Lancia Stratos, la Chevrolet Corvair Testudo.

Il tutto per una base d’asta di 1 milione e 600 mila euro.

Un altro pezzo di storia dell’industria che se ne va. Per la tristezza di un territorio e la gioia di qualche collezionista.