hsusa25 assunzioni di cui 18 a tempo indeterminato e 7 a tempo determinato nell’Asl To 3. Fra queste figurano 11 professionalità mediche in prevalenza per gli ospedali di Pinerolo, Rivoli e Susa; si tratta di due Pediatri (Rivoli), un Ginecologo (Rivoli e Susa), un medico dell’emergenza (Rivoli e Susa), un Urologo (Pinerolo), un Ortopedico (Rivoli-Susa), un Dirigente medico (Pinerolo), un Chirurgo (Pinerolo), uno Psichiatra (Pinerolo), un medico di medicina interna (Susa); buona parte dei Medici verranno assunti nei prossimi mesi attraverso graduatorie concorsuali, altri da mobilità da altre ASL, in un caso si passa da un tempo determinato ad uno indeterminato.

Per il Comparto di parla di 4 collaboratori professionali infermiere  ( di cui 2 per Pinerolo e 2 per Rivoli) un’Ostetrica ( Pinerolo), 3 Ostetriche a tempo determinato per Rivoli e Susa, un infermiere pediatrico ( Susa) e 5 Operatori socio sanitari a tempo indeterminato di cui 4 per Rivoli ed una per il territorio.

A queste, vanno aggiunte le assunzioni di infermieri già effettuate per favorire il trasferimento di 9 unità alla Centrale Operativa 118. Inoltre saranno disponibili a brevissimo (in particolare per le aree del Pinerolese e Orbassano) ulteriori 20 figure tra infermieri ed OSS, derivanti dall’avvio dell’appalto della RSA di Bibiana da parte della società vincitrice della gestione (fino ad allora si trattava di personale dipendente ASLTO3).

A dare la notizia è la stessa Asl To3 che, in un comunicato, afferma: “E’ finita l’era della singola assunzione “alla giornata”, sempre  perlopiù urgente, decisa ogni qualvolta  si sia  resa  possibile per tamponare un’emergenza”.

Il piano delle assunzioni è contenuto nella delibera, approvata dal Direttore Generale dr. Flavio Boraso per la “Programmazione assunzioni personale dipendente  nel secondo Semestre 2015”. 

Il provvedimento tiene conto dei limiti da rispettare sanciti da una recente delibera della Giunta Regionale.

I criteri del piano di assunzioni, si legge nel comunicato dell’Asl, sono “incentrati su specifici  obiettivi: primo fra tutti, la necessità di non depotenziare servizi  per salvaguardare  i livelli essenziali di assistenza”.

Abbiamo programmato l’entità massima di assunzioni che ci è oggi consentita –  sottolineato il Dr. Flavio Boraso – Direttore Generale ASL TO3 – e l’abbiamo spalmata sulle esigenze più pressanti secondo gli obiettivi che ci siamo posti.  Al di là dell’entità numerica,  queste assunzioni ci  aiuteranno a risolvere o quantomeno tamponare  alcune criticità relative a  servizi sanitari che  altrimenti avrebbero dovuto ridimensionare l’attività e le prestazioni; un ulteriore passo avanti lo potremo fare nel 2016 in corrispondenza  con il progressivo superamento della difficile congiuntura in cui si è trovato in questi anni il sistema sanitario piemontese. Nuove risorse sulla spesa del personale, unitamente alla prossima approvazione degli Atti Aziendali, ci permetteranno per altro di affrontare e superare le carenze di molte figure professionali.”