Quattro condanne a nove anni e mezzo di carcere per vari reati, fra cui l’atto terroristico, sono state chieste dalla procura di Torino per gli anarchici No Tav imputati per l’attacco al cantiere Tav di Chiomonte del 14 maggio 2013. Il processo si celebra nell’aula bunker delle Vallette.

Gli imputati sono Claudio Alberto, Nicolo’ Blasi, Mattia Zanotti e Chiara Zenobi, quattro anarchici che sono in carcere dallo scorso 9 dicembre per avere preso
parte, insieme a circa venticinque compagni, a un attacco portato avanti anche con bombe molotov. I quattro, nel corso del processo, hanno rivendicato l’azione.