AVIGLIANA – E’ stata inaugurata giovedì 28, a mezzogiorno, la bretella che collega l’autostrada A32, con la Provinciale 24 in direzione di Drubiaglio.

La cerimonia è stata preceduta da un incontro in Comune dell’assessore regionale Francesco Balocco e dei vertici Sitaf e Anas con il primo cittadino Andrea Archinà per fare il punto sulla viabilità locale e sulle misure urgenti da intraprendere per migliorare la circolazione delle auto. Chi arriva da Torino e dovrà dirigersi verso la Valmessa, Caselette, Sant’Ambrogio dovrà imboccare l’uscita di “Avigliana Est”, mentre coloro che sono diretti verso Avigliana, dovranno dirigersi verso lo svincolo di “Avigliana centro”.

Questa soluzione è un primo passo, che consentirà, almeno la sera, di evitare l’ingorgo dei mezzi, costretti in precedenza a confluire sulla rotatoria di corso Europa. L’intervento realizzato dalla società Balma Building, aggiudicatrice dell’appalto, si inserisce in un contesto di progettazione ed intervento più vasto, anche attraverso nuovi interventi infrastrutturali, al miglioramento complessivo della viabilità di Corso Europa oggi particolarmente critica.

“I prossimi mesi – ha spiegato il sindaco Andrea Archinà- ci vedranno impegnati, insieme a tutti gli enti competenti, nel vagliare alcune ipotesi e la loro sostenibilità economica, così da raggiungere quanto prima uno degli obiettivi centrali del nostro programma elettorale”.

Tuttavia, alcuni cittadini aviglianesi hanno fatto notare, soprattutto attraverso i social, come la pagina del gruppo facebook  “Sei di Avigliana se…”, che lo svincolo appena inaugurato è rimasto poi chiuso: ” Inaugurare non vuol dire aprire, quando si tratta di opere pubbliche”, “Ma non lo aprono? A che serve inaugurarlo?”.

Il sindaco Archinà non ha fatto mancare la sua risposta, sempre in rete: “Come ampiamente ricordato durante il taglio del nastro di giovedì 28, e in un commento di qualche giorno fa su questo stesso gruppo (Sei di Avigliana se…), al momento inaugurale seguirà l’apertura operativa la prossima settimana, a seguito del sopralluogo della commissione deputata alla verifica dei lavori. L’esigenza di anticipare l’inaugurazione è stata dettata dalla compresenza il 28 di tutti gli attori coinvolti nell’opera, Sitaf, Anas e assessorato regionale ai trasporti che insieme a Rfi e Città Metropolitana si sono riuniti preventivamente in municipio per discutere della riorganizzazione complessiva della viabilità dell’intera area, oggi fortemente critica.

Si è deciso pertanto di approfittare di questa compresenza, difficilmente ripetibile a breve, per prendere visione del completamento dell’opera e per un saluto istituzionale. Ancora qualche giorno di pazienza, dunque, in attesa di tutti gli adempimenti burocratici”.

Dunque lo svincolo è stato sì inaugurato, ma sarà aperto solamente tra qualche giorno.