azimut_panorama1A un mese dall’annuncio del piano esuberi, è stato raggiunto l’accordo tra le Maestranze e la Dirigenza dello stabilimento Azimut Yachts di Avigliana.

Durante il tavolo di lavoro, che si è svolto ieri pomeriggio, 21 dicembre 2015, presso l’Unione Industriale di Torino, è stata decisa, infatti, la mobilità volontaria per 60 addetti dello stabilimento, su un totale di 95 esuberi annunciati.

L’intesa, siglata dalle organizzazioni sindacali UGL e FAILC-CONFAIL, è frutto di una serie di incontri diretti tra i Vertici aziendali e le Maestranze, fortemente voluti da entrambe le parti e mirati a trovare una soluzione condivisa.

Siamo lieti che il dialogo sia ripreso – dichiara Ferruccio Luppi, amministratore delegato della società – poiché rimaniamo dell’idea che le forme di mobilità volontaria incentivata siano la soluzione migliore. Confermiamo la nostra disponibilità a trovare una soluzione condivisa anche sui temi contrattuali e sull’attuazione di una gestione più flessibile e competitiva del lavoro”.