Sono comparsi da qualche giorno anche a Borgone, in via Abegg ma qui non hanno certo sollevato moti popolari. Anzi, sono stati quasi invocati dalla popolazione, soprattutto da quella (numerosa) residente lungo l’asse della Statale 25. I famigerati contenitori cilindrici dell’autovelox, battezzati Velo Ok, sono stati posizionati in due punti di via Abegg. Lo scopo? Invitare gli automobilisti a tenere il piede leggero lungo la strada statale che attraversa il centro di Borgone. Insomma, almeno all’inizio, spiega il sindaco Paolo Alpe, “lo scopo non sarà quello di fare multe e neanche di rimpolpare il bilancio comunale. Ci limiteremo ai rilievi statistici, a conteggiare le auto e i mezzi pesanti che passano lungo via Abegg e a calcolare quanti oltrepassano il limite dei 50 km orari che vige nel tratto”. E poi? “Sulla base dei risultati decideremo che cosa fare”.

Servizio su La Valsusa in edicola da giovedì 9 febbraio