Conviviale dedicata al mondo della scuola quella di lunedì 17 luglio al ristorante Hermitage per il Rotary Club Susa e Valsusa.

Ospite della serata era, infatti, la ex dirigente scolastica e attuale capo Delegazione del Fai Valle di Susa Marilena Gally, che ha relazionato su “La scuola ieri, oggi e domani…?”.

Inoltre, poiché uno dei temi scelti dal neo presidente Vincenzo Corrado è la formazione, alla presenza del dirigente Ciro Fontanello è stata premiata con una borsa di studio Tiana Bahnar, studentessa segusina del liceo classico “Norberto Rosa” che ha sostenuto la maturità quest’anno.

La ragazza avrà a disposizione 1.000 euro per l’iscrizione al primo anno di università, l’acquisto di libri, abbonamento del treno… in quanto si è distinta per il suo cammino nei cinque anni dal punto di vista del merito e del comportamento. “Ringrazio il Rotary per permettermi di proseguire gli studi; il mio è stato un percorso in salita, col tempo ho imparato a gestire meglio me stessa e lo studio, a rapportarmi con le persone.

Grazie anche ai due presidi per l’ascolto e l’aiuto verso gli studenti”.

Marilena Gally ha ripercorso la storia della scuola italiana dall’unità d’Italia a oggi, dalla legge Casati alla riforma Gentile, dal maestro Manzi della Rai alla legge sulla scuola media unica del ’62… fino alla nascita della cosiddetta società della conoscenza negli anni ‘90-2000 con la scuola che deve formare delle competenze, per cui una persona deve saper mettere in pratica ciò che ha appreso.

E ancora la riforma Gelmini, le sperimentazioni, la riforma Moratti e la “buona scuola”. In conclusione, la Gally, che conta su un’esperienza quarantennale in ambito scolastico, ha espresso alcuni “desideri” su come vorrebbe che fosse la scuola: con al centro il cittadino, fatta da insegnanti che scelgono di farlo e con un’università che li prepari, altamente formativa di base.

Sara Ghiotto