Sabato 19 agosto, il cuore del cenro storico del paese, via Fontan, si è trasformata in una vivace e coloratissima tavolozza, in occasione della sesta edizione di “Libera l’Arte”, un evento artistico creato da Daniela Baldo, pittrice, animatrice culturale, già consigliera comunale, nonchè responsabile del centro di promozione belle arti “Arte e Arti”. arte2

Baldo ogni anno tiene corsi di pittura, aperti a chiunque sia interessato. arte4“Libera l’Arte” è pertanto un’iniziativa che, oltre a vivacizzare una parte nevralgica di Bussoleno, consente ad alcuni partecipanti a questi corsi di mettere in mostra le proprie opere, e anche di realizzarne di nuove, in diretta, durante lo “struscio” del sabato estivo. arte3arte6  arte5

“Quest’anno gli artisti partecipanti all’evento sono stati 35, ben suddivisi tra i miei allievi ed alcuni amici pittori che ho invitato per l’occasione”, ha commentato Daniela Baldo, mentre nella sala espositiva del centro “Arte e Arti”, (che si trova sulla destra appena dopo piazza Cavour, se si arriva da piazza del mercato),  si aveva modo di ammirare gli ultimi lavori dell’artista bussolenese, autentica maestra dell’astratto, creatrice di tele che ci si fermerebbe ore a guardare, scoprendo sempre nuovi particolari, in un intreccio di colori questa volta maggiormente freddi, ma capaci di creare un impatto visivo di rara potenza. arte8 A fianco del lavoro dei pittori, nella via, per tutta la durata della manifestazione, che ha coperto l’intero arco della giornata, anche uno spazio, in piazza del Mulino Varesio, dedicato ad un laboratorio artistico per bambini, e nell’angolo accanto al bar-libreria, un’esposizione di oggetti in legno veramente originali, e destinati al’uso quotidiano, realizzati dalla fantasia e dalle magiche mani dell’artigiana sangioriese Alessandra Manina.  arte7

Ancora una volta l’arte, nella sua accezione più popolare, ha destato interesse e creato movimento in paese.

Giorgio Brezzo

 

 

 

 

 

Nelle foto: in apertura, un’artista all’opera; un primo piano d Daniela Baldo; colpo d’occhio sulla via; pittrici al lavoro e quadri in esposizione; due tele di Daniela Baldo; alcuni oggetti in legno realizzati da Alessandra Manina.