Lorenzo Moncalvo, 8 anni, ha trovato un portafoglio e su è subito preoccupato di restituirlo

Lorenzo Moncalvo, 8 anni, ha trovato un portafoglio  in strada e si è subito preoccupato di restituirlo

E’ successo a Buttigliera Alta.  Immaginiamo una classica scenetta: un uomo cammina su un marciapiede della sua cittadina, d’un tratto abbassa lo
sguardo e vede un portafoglio; si china, lo raccoglie e lo apre.

A quel punto, se il portafoglio contiene del denaro, la tentazione di intascarlo
sarà inversamente proporzionale all’onestà del soggetto. Se poi il contenuto
del medesimo portafoglio elenca anche due bancomat e il foglietto con il codice segreto, ben scritto in modo da non correre il rischio di dimenticarlo, la tentazione sarà formidabile.

Ebbene, è proprio questo che è capitato a Lorenzo Moncalvo, che però non è un uomo pensieroso dallo sguardo basso, bensì un bimbo di otto anni che giovedì mattina, per mano a sua mamma, Laura Trivero, ha trovato sul
marciapiede del centro di Buttigliera un portafoglio con le caratteristiche di
quello della nostra scenetta.

Come facciamo a restituirlo? Ha chiesto alla mamma, che ha subito capito
il valore morale di quel gesto importante.

“Lo portiamo ai Carabinieri, così lo potranno ridare al proprietario – ha risposto soddisfatta. Poi, ripensandoci, ha creduto più urgente andare in banca,
a bloccare il bancomat per evitare possibili complicazioni per il titolare.

“Non possiamo – le ha detto l’impiegato, – dobbiamo aspettare l’ordine del
proprietario”. Scuotendo la testa per l’assurdità della risposta, la signora è andata dai Carabinieri di Avigliana, dove uno stupito maresciallo ha subito iniziato le pratiche per rintracciare il proprietario, ma poi ha pensato che valesse la pena di spendere un po’ del suo tempo per complimentarsi con il pargolo.

“Bravo, sei stato un esempio per molte persone”, gli ha detto stringendogli la
mano! Spero che la tua storia verrà pubblicata sul giornale.
Detto e fatto.
Maria Teresa Carpegna