E’ garantita fino al 31 maggio 2018 la piena occupazione dei 46 lavoratori impegnati nel cantiere di Chiomonte della Torino-Lione. Questo è l’esito del tavolo tecnico che ha visto dal mese di luglio a oggi confrontarsi presso l’Assessorato al Lavoro della Regione Piemonte il direttore generale di Telt, Mario Virano, rappresentanti del consorzio di imprese Cmc, Prefettura di Torino, sindacati (Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil Torino), insieme al commissario straordinario di Governo per l’asse ferroviario Torino-Lione Paolo Foietta e all’assessora Pentenero. L’intesa raggiunta, che deve essere sottoposta all’approvazione dei singoli lavoratori, prevede, in funzione delle lavorazioni residue al cantiere di Chiomonte, una riduzione oraria da otto a sei ore giornaliere, a partire dal 3 gennaio 2018, con l’obiettivo di consentire a tutti gli addetti di mantenere il posto di lavoro fino al 31 maggio, data di scadenza dell’attuale cantiere.

Regione Piemonte e TELT stanno inoltre studiando modalità, attraverso ad esempio il ricorso alle  clausole sociali, per permettere la continuità occupazionale delle maestranze locali nei nuovi appalti che partiranno da maggio in avanti.