Tematiche TAV

Torino fuori dall’Osservatorio Tav?

“Un sindaco non può bloccare la Torino-Lione, ma porterò al tavolo le ragioni del no. Dialogherò con tutti, anche con quelli che pensano che sia giusto farla, valuterò le ragioni loro, e se non c’è dialogo valuterò anche di lasciare il tavolo”.  Sono le parole pronunciate da Chiara Appendino, neo sindaca pentastellata di Torino, qualche giorno dopo il voto. L’immagine restituita è quella del sindaco di Torino che si siede al tavolo dell’Osservatorio, espone le motivazioni per cui il nuovo governo della città è contrario all’opera e, preso atto che l’orientamento dell’organismo presieduto da Paolo Foietta non è esattamente lo stesso, si...

Leggi

Torino-Lione: Foietta vs Mercalli in tv e su internet

“Buon giorno, mi chiamo Paolo Foietta e da quasi un anno sono il Commissario di Governo e il presidente dell’Osservatorio Tecnico sulla nuova linea ferroviaria Torino-Lione. Il 26 marzo ho visto su Rai 3 la trasmissione Scala Mercalli…” Inizia così la video risposta, lanciata in rete da Paolo Foietta, alla trasmissione andata in onda un mese fa la sera della vigilia di Pasqua. “ 22.05 minuti di propaganda NOTAV – contesta Foietta in una lettera inviata qualche giorno dopo la trasmissione ai vertici della Rai- in cui sono state rappresentate come “verità rilevate” le opinioni, sicuramente discutibili e facilmente...

Leggi

To-Lione, è polemica sui costi. No Tav e 5 Stelle attaccano. Foietta e Virano replicano

E’ un pezzo di movimento No Tav sempre più legato al Movimento 5Stelle quello che, lunedì 21 marzo, a Torino, presenta un documento “inedito” che – secondo Paolo Prieri e Alberto Poggio – dimostra che la certificazione della Torino-Lione è  basata su tanti costi ancora incerti. I due esponenti No Tav sostengono che “l’8 marzo a Venezia è andato in scena il solito film, fatto di comunicati stampa, fotografie, video, dichiarazioni rassicuranti sul futuro della Torino-Lione”. Ma i documenti, quelli veri, per Prieri e Poggio, “rimangono dentro i cassetti dei ministeri; tenuti nascosti, mai resi pubblici”. Di cosa si...

Leggi

“Repressione? Macchè! Le forze dell’ordine assicurano la legalità”

C’era da aspettarselo; gli ordini di custodia cautelare messi in atto nella giornata di martedì 15 non sono certo passati inosservati e la reazione del movimento No Tav si è fatta sentire con la fiaccolata di giovedì sera e pesanti accuse lanciate nei confronti dei carabinieri e delle forze dell’ordine. Il giorno dopo la fiaccolata a intervenire è Antonio Ferrentino, leader della protesta No Tav come presidente della Comunità Montana negli anni ruggenti del movimento. Oggi Ferrentino è consigliere regionale Pd, ed è tra i più attivi nel cercare spazi di dialogo tra i fautori dell’opera e un territorio...

Leggi

SUSA, OLTRE 500 NO TAV CONTRO LE MISURE CAUTELARI

Alcune centinaia di militanti No Tav (500 e 1.000),  la sera di giovedì 17 marzo hanno manifestato con una fiaccolata di protesta, contro gli arresti e le perquisizioni effettuati martedì 15 dai carabinieri nei confronti di alcuni attivisti. Il ritrovo era fissato alle 20.30 tra piazza Arsenio Favro e piazza d’Ami, e poi il corteo si è mosso su corsi Stati Uniti, diretto alla caserma dei carabinieri, in corso Dalla Chiesa. Erano presenti anche il senatore del M5S Marco Scibona, e le consigliere regionali valsusine Francesca Frediani e Stefania Batzella, il sindaco Susa Sandro Plano, più una decina di altri...

Leggi