Soccorso AlpinoQuello della scorsa settimana è stato un week end frenetico per la squadra del Soccorso Alpino di Bussoleno, impegnato in tre interventi importanti verificatisi nella nostra Valle.

La prima allerta è stata registrata durante la mattinata di giovedì 27 agosto quando A.F., una signora di 63 anni residente a Rosta, ha chiamato la centrale operativa del 118 in seguito ad una brutta caduta che le ha causato la frattura della caviglia sinistra.

La signora si trovava presso la borgata Case Trucco Inferiore (Villar Focchiardo), dove stava andando in cerca di funghi. Rapido è stato l’intervento del Soccorso Alpino che, per aiutarla, ha utilizzato la tecnica della calata in bosco, permettendo al resto della squadra di procedere con l’immobilizzazione e il recupero della donna.

Una situazione analoga si è verificata durante la mattinata di sabato 29 agosto. La squadra del Soccorso Alpino si trovava presso il comune di Caprie per un sopralluogo ed un’esercitazione di canyoning, pratica importante per permettere alla squadra di segnare quali siano le vie di accesso della Gola di Caprie, nonché i sentieri e i passaggi che consentano loro di raggiungere le vittime anche in situazioni più estreme. La pioggia battente dei giorni precedenti aveva reso il terreno impervio, per questo, proprio durante l’esercitazione, la squadra del Soccorso Alpino ha ricevuto un’altra chiamata. Vittima questa volta un uomo, E. G. residente a Bussoleno, sempre alla ricerca di funghi presso Peroldrado (Caprie); l’uomo ha subìto vari traumi ed ha avuto una crisi respiratoria, per questo è stato portato al CTO, dopo esser stato recuperato da tre soccorritori che lo hanno raggiunto grazie ad un elicottero.

Sempre il 29 agosto, in serata, A. L. residente ad Alpignano, stava facendo un’escursione in località Pinetti Pian Cervetto, dov’è stato soccorso in un primo momento dagli amici che lo stavano accompagnando, poi dagli uomini del Soccorso Alpino, infine è stato portato all’ospedale di Susa per un controllo.

Per quel che riguarda il Soccorso Alpino, i consigli di Flavio Plano della stazione di Bussoleno sono molto chiari: “Non importa l’essere più o meno esperti, quando si percorrono i sentieri di montagna è necessario seguire pochi ma importanti accorgimenti che ci permettano di esplorare in sicurezza. Bisogna essere attrezzati il più possibile, indossando scarpe adatte e conoscendo bene la zona, evitando sapientemente le situazioni pericolose, perché la sicurezza deve sempre essere la priorità.”

(alessia taglianetti)