Sabato 28 ottobre, alla “Taverna Tortuga” di Chianocco, (ex Cotonificio), frazione Vernetto 18, un concerto d’eccezione: con inizio alle 23, si esibiranno infatti The Sweet Life Society, il duo torinese composto da Gabriele Concas e Matteo Marini.

Il loro progetto, partito nel già lontano 2009, è basato sulla contaminazione tra la musica elettronica e lo swing in voga negli anni venti e trenta del novecento.

Il risultato è un suono cui è impossibile resistere senza mettersi a ballare.

Il loro nuovo singolo, uscito in estate,  è  “Hard On”.

Adesso la band torinese si ripropone con un sound rinnovato, soprattutto dopo l’uscita del primo album “Swing Circus”, pubblicato da Warner Music Group, e dopo i tour in Europa e Stati Uniti, che hanno visto i torinesi esibirsi sui palchi di alcuni dei festival più famosi, come Glastonbury, Fusion Festival e Eurosonic Noorderslag.

Nel nuovo album, intitolato “Antique Beats” la band, mantenendo la sonorità d’epoca come filo conduttore, sposterà il proprio epicentro dal suono di New Orleans a un’influenza marcatamente apolide.

Intanto, le sonorità di “Hard on” sono caraibiche: il brano è nato da una collaborazione con il produttore Neocaldone “Julien Incontrol”, e sarà pubblicato con diversi remix. Il concept del brano nasce dopo aver condiviso il palco del Boomtown Festival con i Fat Freddy’s Drop, una delle band preferite dai due producer.

Da giugno gli Sweet Life Society sono stati impegnati in un’intensa attività live che si sta concludendo in questo mese di ottobre, mentre è stto presentato il film “Brutti e cattivi” (regia di Cosimo Gomez, con Claudio Santamaria e Marco d’Amore), di cui hanno The Sweet Life Society ha curato la colonna sonora.

I membri del gruppo sono: Gabriele Concas e Matteo Marini, produttori e founders, Giulietta Passera: voce; MoreNoLimiz: Mc, Peter Truffa: tastiere, Giangiacomo Rosso: Manouche guitar, Massimo Marcer: tromba, Paolo Celoria: sax, Cecio Grano: sax, Diego Grassedonio: sax, Tiziano Codoro: tromba.

Dunque, quello di sabato 28 ottobre, alla Taverna Tortuga, è davvero un concerto da non perdere.