mezzalama_maratona_di_ghiaccioIl 18, 20 e 21 febbraio si svolgeranno a Orbassano, Giaveno e Salbertrand, tre appuntamenti della XVII edizione di Cinema in Verticale.
Riassumiamo si seguito le informazioni sugli eventi e inviamo in allegato le schede di approfondimento

MERCOLEDI’ 18  febbraio – ore 21:00
ORBASSANO – Società Cattolica Operaia di Mutuo Soccorso San Giuseppe – Via Giolitti 6
A cura della sezione C.A.I. di ORBASSANO Marzia Pellegrino e Sandro Gastinelli presentano “Parla de kyè” – il rito della fienagione in Valle Maudagna e “Arriverà il sole” – la storia del crocefisso di Argentera.
Appuntamento con la cultura alpina in cui i documentaristi Marzia Pellegrino e Sandro Gastinelli, due assidui ospiti della rassegna,  presenteranno alla platea un documentario sul rito della fienagione di montagna in Valle Maudagna (CN) e un documentario sulla storia del crocefisso di Argentera.

VENERDI’ 20 febbraio – ore 21:00
GIAVENO – Sede C.A.I. piazza Colombatti 14
Prima SERATA TRENTO FILM FESTIVAL. In collaborazione con TrentoFilmFestival 365, 62a ed. 2014, proiezioni di “Loslassen” di Franz Walter (Germania), “La lampe au beurre de yak” di Hu Wei (Francia), “Mountains will move” di Douglas McCann (USA) e “Mezzalama marataona di ghiaccio” di Angelo Poli (Italia).
Un evento imperdibile per tutti gli appassionati di montagna e del cinema che la rappresenta, in una intensa serata di emozioni verticali con video-documentari che raccontano incredibili imprese ed eccezionali storie di vita.

SABATO 21 febbraio – ore 21:00
SALBERTRAND – Sede Parco Naturale Gran Bosco – Ecomuseo Colombano Romean
A cura di Cinema in Verticale e del Consorzio Forestale Alta Valle Susa,
Angelo Siri e Elio Bonfanti presentano “La rocha ‘d Ciavre”, 45 anni di arrampicata sulle pareti di Caprie
Un emozionante passo indietro nel tempo, per dare ai giovani un pizzico di storia utile per guardare al futuro, organizzato da Cinema in Verticale e Consorzio Forestale Alta Valle Susa. Il filmato è impreziosito dalla presenza di numerosi personaggi di spicco dell’alpinismo e dell’arrampicata torinese legati dalla voce narrante di Roberto Mantovani.