14724544_1083767888345062_683830255393690230_nAlle sue medaglie ai vertici delle classifiche mondiali siamo ormai abituati, tanto da non fare quasi più notizia. Eppure, come dice lui, “mai dare nulla per scontato perché la concorrenza aumenta ogni anno”.
Parliamo di Guido Castagna, il cioccolatiere – torrefattore di Giaveno che il 14 ottobre è volato a Londra alla proclamazione dei vincitori ai Mondiali del Cioccolato, gli “International Chocolate Awards” . Castagna ha fatto incetta di medaglie, con un bottino di quattro ori e tre argenti, proiettando l’Italia per il quinto anno consecutivo nell’olimpo del cioccolato di qualità. Gli hanno regalato la vittoria, il “Giuinott” (gianduiotto fondente al 40% di Nocciole Piemonte Igp), la crema di nocciole +55 (con il 68% di Nocciole Piemonte Igp), la pralina al pistacchio di Bronte e la tavoletta Gianduia Fondente. Secondo gradino del podio per tre praline, menta e liquirizia, cannella e calendula, cardamomo e malva.
Gli “International Chocolate Awards” rappresentano il più importante premio del settore cioccolatiero riservato alle lavorazioni artigianali di qualità e vengono attributi da una giuria selezionata di chef, sommelier, giornalisti enogastronomici e chocolate taster, previa una rigorosa selezione nei Paesi d’origine dei mastri cioccolatieri provenienti da tutto il mondo. Innegabile la soddisfazione del giavenese che, come sua abitudine, dedica le medaglie alla moglie Cristina e alla sua affiatata squadra.