Luigi_Pirandello_1934bUn mese di appuntamenti dedicati alla poliedrica figura di Luigi Pirandello. Torna dal 13 giugno al 14 luglio, con inizio a Torino e conclusione a Coazze, il Festival Nazionale dedicato al drammaturgo e scrittore, che tocca quest’anno la decima edizione e che coincide con gli ottant’anni dalla sua morte. Come sempre, la direzione artistica è affidata a Giulio Graglia. giulio graglia

Il tema guida sarà il “gioco del doppio” , che attraversa tutta la produzione pirandelliana, a partire dal celeberrimo “Il Fu Mattia Pascal” (produzione Lingua Doc) in scena a Torino in prima nazionale, e successivamente a Coazze. Letteratura e teatro ma anche sport in questa decima edizione.
Nel paese valsangonese dove Pirandello soggiornò nel 1901, ospite della sorella, gli appuntamenti saranno due: il 7 luglio, alle 21, nella chiesa della Confraternita di piazza Gramsci, andrà in scena “Il ritorno del premio Nobel a Coazze”, dialogo surreale e divertente fra Pirandello e gli abitanti di Coazze, per la regia di Graglia con Giovanni Mongiano, ed introduzione di Sabrina Gonzatto. Il 14, alle 21 a Villa Prever, toccherà a “Il Fu Mattia Pascal” , inedita interpretazione di Giovanni Mongiano.

Ulteriori informazioni sul numero in edicola.