La finestra delle scuole elementari

La finestra delle scuole elementari

Brutto risveglio domenica mattina: nella notte il centro del paese è stato preso di mira da ignoti che non solo hanno imbrattato bacheche, porte e finestre di istituzioni, associazioni e negozi, ma hanno anche distrutto i vetri del vecchio peso del Mercato Coperto e di tutte le finestre del seminterrato delle Scuole Elementari.

Un “tag bombing” (così si indica nel gergo dei writers la riproduzione della propria firma su vasta scala in una determinata area di un centro urbano) che sa sicuramente più di vandalismo che di arte. E che costerà caro alla comunità: tutte le scritte andranno tolte non solo con tanta buona volontà ma anche acquistando materiale apposito per la rimozione, mentre i danni riportati al Mercato Coperto e alle Scuole Elementari prevederanno sicuramente una spesa che il Comune sta quantificando.

Un’azione vandalica che non deve certamente passare inosservata e che dimostra la totale mancanza di rispetto per i beni comuni.

Giorgia Allais