Il razzismo, le atrocità commesse nelle colonie dell’Africa, l’incontro e l’integrazione con la cultura occidentale; sono gli argomenti che Mohamed Ba affronterà lunedì 16 aprile nell’incontro con gli studenti della scuola G.F. Re di Condove.
Mohamed Ba racconterà anche il trauma subito a Milano la sera del 31 maggio 2009 alla fermata del tram 19 quando venne accoltellato da uno sconosciuto.
“Sono nato in Senegal, piccolo grande paese dell’Africa Occidentale – racconta Mohamed Ba -. Vivo e lavoro in Italia da oramai sedici anni. Mi sento portatore di valori, di culture e tradizioni che non necessariamente somigliano ai valori e le tradizioni italiani e cerco di costruire un ponte che colleghi il meglio di quello che determina il mio essere africano prima, senegaliano poi, con il meglio che il territorio che mi ospita mi offre. Attraverso il mio lavoro di formatore, educatore, attore e drammaturgo teatrale, cerco di dare il mio contributo per una rifondazione della nostra forma mentis, mettendo l’uomo al centro”.

(Davide Suppo e Francesco D’Alessandro – Masnà News  Condove)

© Riproduzione riservata