lavoratoriE’un De Profundis quasi impercettibile quello che viene intonato intorno alle mura dell’Acciaieria Beltrame di San Didero-Bruzolo.

Lo smantellamento del forno, dei quadri elettrici, dei motori e delle tubazioni – secondo quanto filtra da voci attentibili – è ormai in corso. L’acciaieria non riprenderà più a … fumare, questo è certo.

Mentre rimarranno operativi i due laminatoi, non si sa per quanto tempo ancora. In termini occupazionali i conti sono presto fatti: 223 lavoratori entro la fine dell’anno usufruiranno della mobilità, incentivata dall’azienda.

Così, nel 2015, rimarranno operativi sul sito valsusino soltanto un’ottantina di lavoratori sui 350 che erano in forza nell’ottobre del 2013 .