treno_sitoI pendolari valsusini protestano  contro i disservizi delle ferrovie. Ad accogliere le loro richieste, per poi presentarle all’assessore regionale Barbara Bonino, il sindaco della città Angelo Patrizio e il presidente della Comunità Montana Sandro Plano. Decine di mail segnalano l’inefficienza del servizio, in particolar modo nelle ore mattutine. Francesca di Condove:  il treno delle 8,35 per Torino è sempre in ritardo, con una media di 45 minuti.  Disservizi anche per i convogli diretti in alta valle:  il 9 ottobre Isa Jò doveva recarsi in ospedale a Briançon, ma il treno in partenza da Torino per Bardonecchia aveva 50 minuti di ritardo e il treno per Susa era soppresso, così ha dovuto prendere l’unico treno in partenza per Bussoleno con 55 minuti di ritardo. Andrea: martedì 8 , il treno che proveniva dalla valle, e doveva arrivare a Rosta alle 8.20, è arrivato con un’ora e mezza di ritardo.  E poi:  servizi igienici chiusi, riscaldamento che, sovente, non funziona. Il sindaco Patrizio assicura che le mail verranno inviate all’assessore regionale competente, con la richiesta di un incontro. Intanto è iniziata una raccolta di firme e presto verrà attivato un comitato pendolari.

Intanto parte il biglietto unico: treno+tram+bus. Per tutti? Certo che no, i valsusini sono esclusi. Il servizio, presentato lunedì in pompa magna,  esclude ancora tutta Valle di Susa e include  soltanto le stazioni ferroviarie di Alpignano, Collegno e Grugliasco oltre ai servizi bus fino a Rosta. Insomma, il  tanto strombazzato “biglietto unico per treni SFM, Metro, Tram e Bus per i valsusini proprio non esiste, anche se sui treni che vanno su e giù per la valle fa bella mostra di sé la targhetta del Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM).

Solo da Rosta (per i bus) e da Alpignano i pendolari potranno utilizzare due dei tre nuovi biglietti integrati pensati per chi vuole attraversare o raggiungere Torino velocemente con i treni del Servizio Ferroviario

Le caratteristiche del nuovo biglietto integrato sono infatti le seguenti:

formulaBiglietto Integrato U (costo 2 euro): vale 90 minuti dalla convalida nell’area urbana GTT, sulla metropolitana (1 sola corsa) e sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT (1 sola corsa) entro i limiti urbani di Torino (Stazione Stura, Lingotto, Madonna di Campagna).

Biglietto Integrato A (costo 2,5 euro): vale 90 minuti dalla convalida sulla rete urbana e suburbana GTT di Torino, sulla metropolitana (1 sola corsa) e sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT (1 sola corsa) entro i limiti della prima cintura (stazioni di Caselle città, Settimo, Chieri, Pessione, Candiolo, Alpignano)

Biglietto Integrato B (costo 3  euro): vale 120 minuti dalla convalida sulla rete urbana e suburbana GTT di Torino, sulla metropolitana (1 sola corsa) e sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT (1 sola corsa) entro i limiti della seconda cintura (stazioni di Ciriè, San Benigno, Brandizzo, Villastellone, None, Rosta). Vale anche sulle linee automobilistiche extraurbane gestite dal Consorzio Extra.To, limitatamente alle corse che collegano Torino con le località di Ciriè/S. Maurizio Canavese, S. Benigno Canavese/Volpiano, None, Rosta.