Domenica 16 Giugno 2013 Condove ricorderà uno dei suoi abitanti più illustri, Carlo Carretto. Nato a Alessandria nel 1910 e cresciuto a Torino, fu maestro, direttore didattico durante la Seconda Guerra Mondiale a Condove (realtà che parte della sua famiglia continuò a vivere anche dopo), antifascista, e nel dopoguecarrettorra celebre laico impegnato prima nell’Azione Cattolica nazionale (famoso il raduno dei giovani Baschi Verdi nel 1948) e quindi religioso con i “Piccoli fratelli di Gesù” fondati da Charles de Foucauld. Morì a Spello nel 1988, dopo aver portato una forte e personale testimonianza nel mondo cristiano e aver scritto numerosi e celebri libri, tra cui “Lettere dal deserto”, “Innamorato di Dio. Autobiografia”,  “Ho cercato e ho trovato. La mia esperienza di Dio e di Chiesa”, “Il deserto nella città” e altri ancora.
L’AC e il Comune di Condove, a partire dall’idea di alcuni condovesi, domenica 16ricorderanno quindi Carlo Carretto con una apposita giornata e l’inaugurazione di una via. Dopo la Santa Messa delle 10.30 sarà inaugurata la targa di Via Carlo Carretto, poi alle 13 ci sarà il pranzo presso il Salone Parrocchiale sottochiesa organizzato dall’Azione Cattolica (prenotazione obbligatoria entro il 12 giugno al 328/9660613 o 347/7378812). Qui sarà anche visibile una mostra sulla sua vita. Alle 15 vi sarà il convegno  “Sulla via di Carlo Carretto”, cui interverranno, moderati da Piero Del Vecchio, Direttore della Rivista “Segusium”, il prof. Angelo Ainardi, già responsabile dell’ Associazione Italiana Maestri Cattolici (AIMC) Valsusina e la prof.ssa Marta Margotti, Ricercatrice di Storia Contemporanea alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli studi di Torino  e il condovese maestro Andrea Olivero che sarà autore di una testimonianza-ricordo. Porteranno i saluti il vicesindaco Emiliano Leccese, il presidente diocesano dell’Azione Cattolica Stefano Bruno, la Presidente parrocchiale dell’AC Michela Bonaudo e la Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale di Condove prof.ssa Anna Giaccone. L’invito a partecipare alla giornata è aperto a tutti.