Si chiamano Elena ed Elisa Dami, Chiara Bertinetti e Marta Benedetto e sono le giovanissime cugine residenti a Buttigliera Alta che domenica 17 settembre, con la maglia del Curling Club Draghi di Torino,  hanno vinto il Torneo di Curling  a Marsiglia.

Chi se lo ricorda ancora il Curling? Si tratta di uno sport un po’ strano, salito alla ribalta (e negli schermi televisivi) con le Olimpiadi Invernali Torino 2006. Si gioca su una pista ghiacciata con strani arnesi che, a prima vista, sembrano scopette e pentole a pressione. L’apparenza però inganna e, in realtà, il Curling è uno sport che richiede notevoli doti atletiche, per lanciare  le Stones (sassi che pesano 20 kg) e strategiche-logiche(un po’ come  come negli scacchi bisogna azzeccare la mossa giusta).

Uno sport che conserva ancora le connotazioni del rispetto della squadra e degli avversari, dove prima di giocare ci si augura buon gioco e alla fine si ringraziano compagni ed avversari.

La febbre del Curling a  Buttigliera Alta è salita grazie alla professoressa di Educazione Fisica delle Scuole Medie Caterina Colucci che ha avvicinato le 4  ragazze a questa disciplina e che, da allora, hanno iniziato a frequentare gli  allenamenti ogni venerdì pomeriggio sul ghiaccio del Palazzetto di Pinerolo. E’ stato poi l’allenatore Giancarlo Marten Perolino, ad allenarle  più intensamente al Palatazzoli di Torino, e ad accompagnarle nei tornei in giro per l’Europa fra Svizzera Francia e Germania.

Finalmente, dopo anni di impegno, costanza, e tenacia, sono arrivate le prime vittorie importanti fra cui quella di Marsiglia di domenica scorsa.

E adesso? C’è la fondata speranza di continuare in questo percorso raggiungendo successi anche nei prossimi imminenti appuntamenti a Oslo il 22 ottobre  e Praga il 19 novembre oltre all’esordio nel campionato di serie A.

Insomma quattro “draghette” da seguire.