Il progetto della stazione internazionale di Susa

Il progetto della stazione internazionale di Susa

Paolo Foietta smentisce le ricostruzioni circolate in rete sulla riunione di ieri, giovedì 9 settembre, con una delegazione di sindaci No Tav della Valle di Susa. “L’incontro con Plano, Durbiano, Banchieri, Fracchia c’è stato ma non si è fatto alcun riferimento allo spostamento della stazione internazionale da Susa a Bussoleno. Anche perchè mi sarei rifiutato di affrontare la questione, visto che, tra l’altro, alla riunione non c’era alcun rappresentante del Comune di Bussoleno”, spiega il Commissario Governativo sulla Torino-Lione e Presidente dell’Osservatorio.

“La riunione con la delegazione dei sindaci – prosegue Foietta – serviva per preparare l’incontro che si svolgerà a Roma con il ministro delle infrastrutture Graziano Delrio e per fare in modo che quell’appuntamento sia costruttivo e vada oltre la rappresentazione delle idee di chi è contro l’opera e di chi è a favore, di chi dice che sia inutile e dannosa e di invece sostiene che è utile e che non provocherà alcun danno”.

Paolo Foietta

Paolo Foietta

“Ho cercato di convincere i sindaci che si è aperta una fase nuova dei lavori dell’Osservatorio, che il tempo del confronto sul sì e  sul no è passato visto che i progetti ci sono, i finanziamenti anche  e che i cantieri partiranno presto. Chi è uscito dall’organismo di confronto ha ora l’opportunità di rientrare e di discutere su come gestire al meglio la cantierizzazione, le opere complementari e le compensazioni. Insomma si tratta di decidere se partecipare o se subire passivamente la costruzione della Torino-Lione”.

E i sindaci che cosa hanno risposto? “Che, al momento, non hanno il mandato di decidere se riaprire il confronto in questi termini e che presto incontreranno i loro colleghi della bassa valle. Tutto qui. Il resto – cioè l’ipotesi della stazione internazionale da Susa a Bussoleno – fa parte delle ricostruzioni fantasiose che smentisco, anche a nome dell’assessore regionale Balocco che era presente all’incontro”