Tre alpinisti sono precipitati questa mattina verso le 11 durante la discesa dal Monviso (3848 m) lungo la via normale che percorre la parete sud.

Uno di essi, Roberto Vai, 53 anni residente a Giaveno è deceduto a causa dei traumi.

L’uomo stava scendendo dalla montagna con suo figlio di 9 anni , quando è precipato nei pressi del passaggio dei Fornelli a una quota di 3750 m circa, coinvolgendo anche una donna di nazionalità francese che procedeva autonomamente.

L’allarme è giunto alla Centrale Operativa del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS
Piemonte), lanciato via radio da una Guida Alpina e Tecnico del Soccorso Alpino che si trovava sul posto con i propri clienti. Immediatamente è decollata l’eliambulanza del 118 in base a Cuneo-Levaldigi e sono state mobilitate le squadre a terra del CNSAS Piemonte.

Il Tecnico di Elisoccorso e il medico sbarcati sul luogo dell’incidente hanno constatato il decesso dell’uomo e hanno deciso di ricondurre a valle il bambino che presentava traumi di lieve entità. In seguito, anche la donna è stata condotta all’Ospedale di Savigliano.

Nel frattempo, dalla base di Torino è  decollato un secondo elicottero del 118 per tentare il recupero della
salma che non è stato possibile a causa del peggioramento delle condizioni meteo. Si procederà non appena migliorerà il tempo, presumibilmente nel tardo pomeriggio di oggi oppure domani.