Dai vertici deDSC_5276ll’Asl To3 arrivano le novità sul futuro della sanità in Valle. Nell’assemblea con i cittadini, convocata dall’amministrazione presso la Sala Consigliare, il 23 ottobre scorso, da parte del Direttore Generale Gaetano Cosenza sono giunte conferme rispetto alle informazioni diffuse rispetto all’ (ex) ospedale di Giaveno. Sono stati confermati i 30 nuovi posti di “continuità assistenziale”, valenza sanitaria ad alta e media intensità in contemporanea alla chiusura dei posti letto di  Medicina Generale e di Lungodegenza. I 30 posti (che troveranno sede nell’ala nuova) garantiranno la continuità di cura ai pazienti dimessi dagli ospedali ma non ancora in grado di rientrare a domicilio, ai quali se ne aggiungeranno 2 per le cure palliative . Rimarrà, dalle 8 alle 20, il Punto di Primo Intervento e saranno implementate le prestazione ambulatoriali. Tra le novità anche la sperimentazione di un nuovo modello di presa in carico. “Viene attivata – è stato spiegato dal direttore – la sperimentazione di un nuovo modello organizzativo integrato di gestione del paziente territoriale sulle 24 ore”.
(Altri dettagli sul numero in edicola)