“Io e Bruno non abbiamo mai perso la speranza che un giorno Giaveno potesse dedicargli un museo, così come non è mai venuto meno l’entusiasmo ogni volta che abbiamo organizzato iniziative e mostre  sulle sue opere e sulla sua poliedrica arte”. A dirlo, a nome anche del marito Bruno Fassetta, è la studiosa giavenese Concetta Leto, e il riferimento non può che essere Lorenzo Alessandri, l’artista di cui è biografa ufficiale. Il museo permanente, grazie all’amministrazione comunale, sarà realizzato al piano terreno dell’ex scuola primaria Anna Frank, nel centro storico della città,  laddove un tempo sorgeva la palestra. Articolo completo su La Valsusa del 22 marzo.

Anita Zolfini

© Riproduzione riservata