20161126_14444420161126_113224Molte zone di Giaveno sono senz’acqua e, dove arriva, è ridotta al minimo. I problemi sono iniziati dalla mattina di giovedì 24 novembre, quando in alcune parti della città, intorno a via Colle del Vento e borgate limitrofe, sono rimaste all’asciutto. Da venerdì 25 e sabato 26, il problema si è allargato, coinvolgendo molte altre aree, dal centro alle borgate.
La causa- secondo quanto riferisce Smat – è dovuto alla captazione in alveo sul rio Meinardo e in borgata Polatera, parzialmente compromesse a causa di frane che hanno riempito alvei e tubature di terra e detriti. La zona di Meinardo è difficile da raggiungere per le strade sterrate rese impraticabili dal maltempo. Il danno ha prodotto l’interruzione di alimentazione nel serbatoio di via Nurivalle. whatsapp-image-2016-11-26-at-15-11-28
Nella mattina di sabato Smat ha piazzato quattro distributori d’acqua da 1200 litri nella piazza a Ponte Pietra, al parcheggio accanto al Santuario di Selvaggio, in via Can. Pio Rolla (angolo piazzaMaritano) e in via Pacchiotti (parcheggio monumento Avis). Inoltre un’autobotte è  presente nel piazzale del cimitero e nel pomeriggio sarà spostata in piazza Mautino. I boccioni d’acqua da 20 litri, disponibili presso la sede della Croce Rossa, sono andati già più volte esauriti.
Difficile prevedere, al momento, quando i problemi saranno risolti.

Sono previsti altri quattro punti di rifornimento: via Colle del Vento (all’altezza del civico 45), piazza area giochi a Buffa, via Ricciardi e via XXV Aprile angolo via Romarolo.