Una partita a calcio, un’altra a volley, poi in chiesa, a pregare e alla fine tutti insieme a far festa. E’ andata così, il 25 febbraio, la domenica di una cinquantina di giovani provenienti dalle parrocchie della Valsusa, principalmente della bassa valle e in particolare da Bussoleno, Villar Focchiardo, Sant’Ambrogio, Sant’Antonino, Villar Dora, Vaie, Condove e Chiusa San Michele. Il titolo della giornata dice tutto: “Jesus & Sports” per un pomeriggio all’insegna dello sport, dell’amicizia e della solidarietà e, soprattutto della preghiera organizzato da don Antonello Taccori, responsabile della Pastorale Giovanile diocesana e parroco di Villar Focchiardo e San  Giorgio.

Sul campo di calciotto di Villar Dora i giovani, dai 17 anni in su, hanno dato vita a una lunga e appassinante serie di sfide  tra gli oratori in un torneo di calcio a cinque e a sette e in un torneo di pallavolo (maschile e femminile). A bordo campo una tenda nella quale, per tutto il pomeriggio si è tenuta l’Adorazione continua. Il tutti in contemporanea con la celebrazione della 33° Giornata Mondiale della Gioventù e proprio nell’anno in cui tutta la Chiesa si interroga sui giovani nel Sinodo ad essi dedicato. “Papa Francesco – spiega don Antonello Taccori . ci invita ad essere coraggiosi, a non badare ai ‘like’ dei social network ma ad essere testimoni della ‘vera vita’. Cristo ci invita a non abbassare il tiro, ma ad allenare il cuore all’Amore”.

La giornata si è conclusa con la Messa celebrata sul campo che ha ospitato le gare dal vescovo di Susa mons. Alfonso Badini Confalonieri. “E’ stato un pomeriggio che ha unito gioia, preghiera e divertimento – commenta don Taccori – tutto è andato nel migliore dei modi e un ringraziamento particolare va rivolto a don Pierluigi Cordola, all’educatore Gianluca Novello e alle Novizie delle Suore della Consolata di Caprie per il prezioso aiuto”.

Bruno Andolfatto

© Riproduzione riservata