Anche quest’anno, il gruppo dei “Fedelissimi della Losa” hanno allestito il presepe nella meravigliosa cappella della borgata. Ma più che altro questa volta è stata Anna Di Battista a sobbarcarsi interamente l’onere della preparazione di questa particolare Natività di montagna.

E’ lei stessa ad illustrare la nuova realizzazione:  “Ho ultimato il tutto il 12 dicembre, in compagnia del mio cane…Questo presepe l’ho voluto con tutta me stessa e l’ho realizzato da sola, con l’aiuto saltuario di Beppe Vair. Credo che questo lavoro meriti un po’ di visibilità. Abbiamo pensato di dedicarlo al ricordo di mio padre, Pietro Di Battista, scomparso da poche settimane, e a quello di Graziella Sibille, scomparsa tr mesi fa, la mamma di Massimo Curci, l’uomo che da sempre mi aiuta a realizzare il presepe, e per tutti i nostri cari che ci guardano e ci guidano da lassù.

Abbiamo sfidato neve, freddo, gelo, ma dovevamo realizzarlo…Adesso spero che il Comune di Gravere provveda a rendere accessibile la stradina per arrivare fino in chiesa, ed apprezzi lo sforzo che abbiamo dovuto sostenere quest’anno. Crediamo che il presepe sia molto speciale, e ringraziamo con tutto il cuore le persone di buona volontà che anche quest’anno hanno contribuito a rendere reale  tutto questo incanto, a cominciare dal parroco, don Gianluca Popolla, per averci concesso la chiesa”.

E veniamo gli orari di visita e ai giorni d’apertura: domenica 17 dicembre, dalle ore 11 alle 18; dal 23 dicembre al 6 gennaio. tutti i giorni dalle ore 11 alle 18; in caso di forti nevicate, e cause di forza maggiore, la chiesa rimarrà chiusa. Conclude Anna Di Battista: “I Fedelissimi della Losa augurano a tutti un felice Natale ed un 2018 scintillante”.

Nelle foto: in apertura, Anna Di Battista ed il presepe all’interno della cappella della Losa.

Qui a fianco, Anna Di Battista si fa strada tra i cumuli di neve della Losa.

© Riproduzione riservata