Retinopatia-diabetica-636x310Chi ha seri problemi con la vista e abita in Valle di Susa potrà usufuire  di interventi domiciliari di riabilitazione visiva e non solo. Ad annunciarlo è l’Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti  (A.P.R.I. onlus) che ha ottenuto un contributo economico “ad hoc” da parte della Compagnia di San Paolo.

“Riabilitare in tutti i sensi”, è il titolo del  progetto annuale che mette insieme, sotto la guida di APRI-onlus, una serie di partners, non solo valsusini, ma anche del torinese e Canavese.

In valle di Susa collaboreranno soprattutto, avendo esplicitamente approvato l’iniziativa in fase di presentazione, i comuni di Avigliana, Almese, S. Antonino, Villarbasse e l’associazione “Sorridere Insieme” di Susa.

Sono previsti, oltre ai corsi di autonomia domiciliari, interventi socio-assistenziali, momenti di sensibilizzazione, consulenze sugli ausili per non vedenti e ipovedenti.

“Siamo molto contenti che la Compagnia di San Paolo abbia reputato meritevole il nostro impegno pluriennale sul territorio” – commenta Marco Bongi, presidente APRI-onlus – “Anche questa iniziativa conferma, una volta di più, come il lavoro in rete si rivela quasi sempre vincente. Speriamo che presto anche la ASL TO-3 possa partecipare al progetto”.

L’equipe operativa sarà ovviamente costituita da professionisti esperti già ben conosciuti nella zona con particolare riferimento agli operatori socio.sanitari e assistenti famigliari formati da “Sorridere Insieme”. Gli istruttori di mobilità e la psicologa saranno invece messi a disposizione da APRI-onlus.

“Squadra vincente non si cambia” – osserva il vice-presidente Ivo Cavallo – “Il gradimento e la stima espressi, in questi ultimi mesi, da parecchi disabili visivi valsusini ci hanno certamente spronato ad andare avanti ed oggi questo riconoscimento ci riempie di soddisfazione”.

In questa fase iniziale dunque l’associazione rivolge un appello a tutti i disabili visivi, soprattutto a coloro che hanno avuto gravi problemi oculari da poco tempo. Le segnalazioni dovranno essere inoltrate alla seguente e.mail: susa@ipovedenti.it

Anche gli oculisti sono invitati a collaborare informando i loro pazienti cronici bisognosi di interventi riabilitativi. I casi verranno quindi invitati ad un colloquio preliminare e successivamente esaminati da una commissione specialistica.

Per maggiori informazioni:  tel.  360 – 77.19.93