Il piano di valorizzazione “Valle di Susa. Tesori di Arte e Cultura Alpina”, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e del Museo di Antichità Egizie, organizza la quinta Giornata del Patrimonio Archeologico della Valle di Susa, con un appuntamento riservato alle scuole del territorio: mercoledì 15 ottobre 2014. Quindici siti archeologici (uno in più dell’anno scorso, il sito neolitico dell’Orrido di Chianocco) su tutto il territorio della Valle saranno aperti e accessibili, con la possibilità di effettuare visite guidate gratuite. Agli istituti scolastici è richiesta la prenotazione entro venerdì 10 ottobre presso la segreteria di “Valle di Susa. Tesori di Arte e Cultura Alpina”, Via Mazzini, 1 – Susa, tel. 0122/622640 – info@vallesusa-tesori.it.
Dopo il grande successo di visitatori in occasione delle prime edizioni, l’iniziativa è riproposta con il tema “I confini di una Valle Alpina”Anche quest’anno la giornata del 15 ottobre è dedicata agli insegnanti e agli studenti della Valle per contribuire a costruire una maggiore consapevolezza del patrimonio culturale ospitato nel loro territorio. La prima risorsa di una comunità sono i giovani e nella programmazione delle giornate dell’archeologia si vuole dare più spazio a loro, per promuovere un metodo reale di laboratorio partecipato. Si vuole costruire, attraverso i siti culturali, uno spazio di incontro e confronto intergenerazionale, capace di narrare i racconti delle comunità del passato in dialogo con chi avrà il compito di strutturare quelle del futuro, senza nascondere i problemi e le questioni aperte. La scelta è quella di creare un grande album collettivo, capace di riconoscere anche le immagini ormai sbiadite e sempre aperto all’inserimento di nuovi tasselli.
Mercoledì 15 ottobre saranno visitabili  i siti di seguito elencati: Almese, villa romana e ricetto di San Mauro; Avigliana, sito archeologico di Malano, castello e borgo medievale; Bardonecchia, parco archeologico “Tur d’Amun”; Borgone Susa, “Il Maometto” e cappella romanica di San Valeriano; Caselette, villa romana; Cesana, Casa delle Lapidi a Bousson; Chianocco, sito neolitico dell’Orrido di Chianocco; Chiusa San Michele, le chiuse e la cappella di San Giuseppe; Condove, Castello del Conte Verde e chiesa di San Rocco; Mompantero, incisioni rupestri e acquedotto romano; Novalesa, Abbazia dei SS. Pietro e Andrea e Museo Archeologico; Oulx, Torre delfinale; Sant’Ambrogio di Torino, borgo medievale e castello abbaziale; Susa, aree archeologiche e castello della contessa Adelaide; Vaie, Museo laboratorio della Preistoria.