E’ una guerra vera e propria quella combattuta in questi giorni contro gli incendi su per i monti da Vigili del Fuoco, Aib, Carabinieri Forestali  Una guerra combattuta a piedi, con le autobotti e, quando si può e il vento non è troppo forte, con le cisterne volanti dei Canadair e degli elicotteri.  su per i montiLe provincie interessate dagli incendi boschivi continuano ad essere: Torino e Cuneo.

Nell’area di Mompantero, il fortissimo vento di domenica 30 ha esteso il fronte di fiamma verso Novalesa e Venaus lungo il bordo del fiume Cenischia. Sul posto stanno operando due Canadair;  a scopo cautelativo è stata interdetto l’accesso alla strada che porta ad una baita abitata.

Sul territorio montano del Comune di Mompantero è presente ancora qualche piccolo focolaio; “in questo momento  il vento è debole – fanno sapere dal Comando dei Vigili del Fuoco – e si procede alla bonifica della parte interessata dall’incendio”. Ancora fiamme in fase di spegnimento nell’area di Seghino.

Nella giornata di oggi, lunedì 30, è cessata l’emergenza nelle Fraz. Trinità alta e bassa, San Giuseppe, Pietrastretta, Urbiano e Seghino del comune di Mompantero, e gli abitanti sono rientrati nelle proprie abitazioni

Non è stato necessario evacuare i degenti della Casa di Cura nella Fraz. di San Giacomo a Susa; l’emergenza rientrata è presente personale vigile del fuoco in presidio.

Situazione sotto controllo nella parte alta del territorio di Caprie (interessata da un incendio impressionante la scorsa settimana); il vento è debole e non si rilevano ulteriori focolai di incendio,

Situazione critica anche nella zona Sud del comune di Cumiana dove il fronte di fiamma tende ad estendersi verso il Comune di Giaveno,

In tutto il Piemonte in questo momento stanno operando 186 unità dei Vigili del Fuoco e 220 unità volontarie AIB della Regione Piemonte, con l’ausilio della flotta di Stato composta da: n° 4 Aerei tipo Canadair, n° 1 Elicottero Ericcson SR61, n° 2 Elicottero VF Drago 66 e n° 4 Elicotteri della flotta messa a disposizione dalla Regione Piemonte.

L’operatività dei  velivoli è condizionata dalla presenza di nuvolosità, vento e dalla situazione orografica.

La situazione viene coordinata dalla SOUP presso la Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco dove sono presenti rappresentanti della Regione Piemonte, dei Vigili del Fuoco, Carabinieri Forestali e Volontari AIB della Regione Piemonte, in costante collegamento con i Sindaci, con le Prefetture, con i Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri e con le strutture del Volontariato AIB.

Localmente sono stati attivati i Centri Operativi Comunali di Coordinamento (COC). In Valle di Susa e Sangone sono attivi nei  Comuni di  Caprie, Mompantero, Cumiana, Cantalupa con postazione Vigili del Fuoco e posti di comando avanzati dei vigili del fuoco ( UCL ) presso  Mompantero e Cantalupa.