Auschwitz4La memoria non è ricordo. I ricordi sono quelli della nostra età, portano un po’ di nostalgia e rimpianto, ma la memoria no. La memoria è un impegno, fatta di razionalità e costruzione del futuro e non di rimpianti per un passato che non avrebbe dovuto essere così”. Con queste parole Susanna Tittonel, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di S.Antonino, ha aperto la cerimonia, tenutasi domenica 24 nel salone delle scuole medie, in occasione della Giornata della Memoria.

La giornata della memoria a S.Antonino, domenica 24

La giornata della memoria a S.Antonino, domenica 24

La manifestazione, organizzata dal Comune, da Vaie e dall’Anpi, ha visto la partecipazione del tenore Ivo Blandino, del maestro Sergio Merini, delle musiciste Selene Merini e Giorgia Cerrato e di Anna Segre (insegnante e membro della Comunità Ebraica di Torino).

Mercoledì 27, mattinata al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, per i ragazzi di 3  media di S.Antonino che hanno partecipato all’evento artistico organizzato in occasione del “Giorno della Memoria”.
Il Concerto, organizzato dal Conservatorio in collaborazione con l’Istituto Piemontese per la storia della Resistenza, il Centro Studi Primo Levi e la Comunità Ebraica di Torino, proponeva una serie di composizioni scritte nel Lager di Terezin tra il 1941 e il 1945 da musicisti lì internati.
Di “Memoria” e di “Shoah” si parlerà ancora lunedì mattina, 1° febbraio, ancora nelle scuole media di S.Ant0nino. Maria Teresa Milano (autrice di saggi su cultura ebraica e didattica della Shoah), incontrerà i ragazzi per parlare ancora di Terezin e per raccontare come la musica e l’arte abbiano dato speranza a tante persone, in un contesto di persecuzione, violenza e morte.
Durante la mattinata andrà in scena lo spettacolo “La valigia di Hana”, realizzato dai ragazzi della III C, dedicato alla vicenda di una bambina ebrea.

Commemorazione in piazza a Condove. mercoledì 27

Commemorazione in piazza a Condove. mercoledì 27

Giornata della Memoria anche a Condove, mercoledì 27 gennaio, con la mattinata dedicata a tutte le vittime dell’Olocausto; al mattino la commemorazione ufficiale in piazza, presenti i ragazzi delle scuole e nel pomeriggio, il Museo della Resistenza ha ospitato alcune testimonianze. Giovedì 28 28 alle 21,  la classe 3°A della secondaria propone lo spettacolo “Brandelli della nostra anima”, perchè “se comprendere è impossibile, conoscere è necessario”.

Caprie, venerdì 29 alle 21, nel Teatro dell’Oratorio Chiara Melesso di Novaretto, via don Pagliarello 4, Alberto Borgatta presenta il suo nuovo spettacolo, “Undici”, realizzato da AB Fabbrica Creativa con la collaborazione di Sillabe di Sale Editore, che racconta la leggenda della cosiddetta “Partita della Morte”, incontro di calcio disputato nel 1942, nella Kiev occupata dai nazisti, tra una squadra di prigionieri e dissidenti ucraini, la Start, e una squadra di soldati tedeschi, la Flakelf.545.

 

Cinque incontri a Villar Focchiardo, proprio nel periodo in cui si celebra la Giornata della Memoria. A organizzarli è il Comune. Argomento: la convivenza fra culture diverse.

Venerdì 29, alle 21, presso la Palestrina di via Cappella delle Vigne, 3: Voci per la Pace: canzoni e poesie contro le guerre”, con il gruppo Dolmen e la cantante Olga del Madagascar e le poesie di Mary Bellini contro ogni tipo di violenza.

Sabato 30, alle 21, presso il Centro Anziani di Piazza Abegg, “Cristianesimo ed Islam“, relatore Ermis Segatti, docente di Storia del Cristianesimo presso la Facoltà Teologica di Torino.

Sabato 6 febbraio, alle 21, presso il Centro Anziani, “Islam e terrorismo”, relatore Younis Tawfik, scrittore e giornalista iracheno, docente  di Lingua e Letteratura araba presso l’università di Genova. Prenderanno parte all’incontro alcuni membri della comunità musulmana che racconteranno il proprio vissuto.

Venerdì 12, alle 21, presso il Centro Anziani di Piazza Abegg, “Immigrazione: quali problemi, quale accoglienza”. Incontro che spiega e contestualizza l’accoglienza nel nostro territorio grazie all’intervento di relatori che operano in Valle di Susa e Torino: parleranno Pierluigi Dovis, Direttore Caritas Diocesana di Torino, e Abdullahi Ahamed, rifugiato politico, mediatore culturale a Settimo Torinese, e Enrico Tavan, assessore alle Politiche Sociali di Avigliana.

Venerdì 19, alle 21, presso il Centro Anziani, “La valigia di Hana”, per non dimenticare l’Olocausto, spettacolo teatrale presentato dalla classe III C della scuola media di S.Antonino. Introdurrà storicamente la serata Orianna Baritello

 

Ad Avigliana, Comune e Anpi hanno organizzato al Teatro Fassino, due iniziative con gli studenti.

Lunedì 25 gennaio i ragazzi delle scuole della città hanno assistito alla proiezione del film “Corri ragazzo corri” che racconta la storia vera di Yoram Friedman, un ragazzo ebreo di 9 anni, fuggito da solo, nel 1942, dal ghetto di Varsavia per salvarsi dai nazisti.

Viaggio ad Auschwitz ARIl secondo evento è lo spettacolo teatrale “Viaggio ad Auschwitz A/R”, programmato per lunedì 1 febbraio alle ore 10.30, con la compagnia il Melarancio di Cuneo. Allo spettacolo, oltre agli studenti, potrà assistere il pubblico, pagando il biglietto di ingresso di 5 euro, non essendo necessaria la prenotazione.

Un concerto dedicato alla Memoria a cura della Società Filarmonica sabato 30 alle 21 al centro polivalente PalaConti di Bussoleno. Al “Concerto della Memoria” si esibirà al violino solista la bussolenese Tatiana Abbà, parteciperà il Gruppo “Mishkalè” e il gruppo TeatroInsieme proporrà alcune letture.